La R.N. Frosinone fa sua gara 1: Ischia battuta 9-5

POST RN Frosinone-Ischia 9-5

L’Automotive Rari Nantes Frosinone – Ischia Marine Club 9-5 (2-1, 2-1, 3-2, 2-1)

Buona la prima, gara 1 conquistata. Grandissima vittoria de L’Automotive Rari Nantes Frosinone, che nel primo atto della finale play off vince 9-5 contro l’Ischia Marine Club. Dopo lo 0-1 iniziale dei campani, la partita non è mai in discussione, con il pallino del gioco sempre nelle mani dei gialloblù. Bravissimi nella tenuta difensiva – aiutati da una grande prestazione di Brandoni tra i pali – ma un po’ imprecisi in attacco. Mercoledì 14, ore 15:00, gara 2 alla Scandone di Napoli: sarà tutt’altra storia, la strada da fare è ancora lunga.

La cronaca

Fin dalle prime battute, la Rari Nantes impone il ritmo alla partita. Dopo due grosse occasioni sprecate, però, a passare è l’Ischia: segna Anello, 0-1. Veemente la reazione dei gialloblù, che continuano a macinare gioco e trovano il pareggio con Ambrosini, 1-1. Sul finale di tempo, azione confusa: spunta Barberini, che mette dentro per il 2-1 dei padroni di casa.

La difesa del Frosinone è granitica, supportata da un Brandoni in grande vena, pronto a respingere lì dove non arrivano i suoi compagni di squadra. Davanti, intanto, Mellacina da 2 trova l’angolo giusto per far male a Turiello: 3-1, doppio vantaggio per la Rari Nantes. L’Ischia non molla e in extra player accorcia con Simonetti: 3-2. All’ultima azione prima del cambio campo, però, è Proietti a rubare la scena con un eurogol: palla all’incrocio dei pali e 4-2 per i padroni di casa.

Dopo l’intervallo lungo, il Frosinone accelera ancora. Dopo un’occasione sprecata, Giacomozzi serve splendidamente Mele, che appoggia in rete il pallone del 5-2. Il momento sliding doors della partita è il tiro di rigore che D’Antonio spara sul palo. Sul ribaltamento, è ancora Barberini a far male ai napoletani su uomo in più: 6-2, partita in mano ai gialloblù. L’Ischia non ci sta e accorcia, ci pensa Lucci a tenerla a distanza di sicurezza con un missile dei suoi, 7-3. I campani segnano ancora in superiorità: è 7-4 all’ultimo riposo.

Alla prima azione, un super Barberini scrive di fatto la parola fine sul match: 8-4. Poco dopo è Mele a mettere dentro – su altro assist di Giacomozzi – il gol del 9-4: massimo vantaggio gialloblù e titoli di coda anticipati su gara 1. Negli ultimi cinque minuti di partita, c’è tempo per il definitivo 9-5 dell’Ischia e per qualche altra parata importante di Brandoni. Il primo round va alla Rari Nantes Frosinone, ma nulla è deciso: mercoledì a Napoli servirà ancora qualcosa in più per uscire dall’acqua con un risultato positivo.

«Sono contento della prestazione dei ragazzi e della partita che abbiamo fatto», commenta l’allenatore dei gialloblù Francesco Perillo. Che continua: «L’abbiamo preparata bene, siamo felici ma concentrati sul nostro obiettivo. Sappiamo che a Napoli sarà tutt’altra partita, mercoledì ci aspetta una bella battaglia. Sicuramente aver conquistato il primo punto della serie è un buon punto di partenza. Ma manca ancora molto all’arrivo».

R.N. Frosinone: Brandoni, Ambrosini 1, Lucci 1, Proietti 1, Giacomozzi, Esposito, D’erme, Barberini 3, Raffaeli, Orlandi, Mellacina 1, Mele 2, Droghini. TPV: Francesco Perillo.

Ischia Marine Club: Turiello, Andrea, Mattiello 1, Anello 1, Vitullo 1, Gargiulo A., Simonetti 1, Gargiulo M. 1, Saviano, Santamaria, Centanni, D’Antonio, Roberti. TPV: Paolo Iacovelli.

Superiorità numeriche: R.N. Frosinone 2/7, Ischia Marine Club 4/9 + 0/1 rigore.

Arbitri: D’Antoni e Alessandroni.

COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *