Cori – Approvato lo studio di fattibilità per la messa in sicurezza della scuola media

PALAZZO COMUNALE CORI COMUNE

Approvate dalla Giunta di Cori due importanti delibere, risultato del lavoro portato avanti dall’Ufficio Tecnico-settore Lavori Pubblici del Comune.

Con la prima si dà l’ok allo studio di fattibilità per i lavori di messa in sicurezza e miglioramento sismico della scuola media di Cori, progetto finanziato dal ministero dell’Istruzione. L’importo complessivo dell’intervento sarà di 1.800.000 euro. “Si tratta di un intervento rilevante – commentano il sindaco di Cori, Mauro De Lillis, e l’assessore ai Lavori Pubblici, Ennio Afilani – che conferma il massimo impegno che questa Amministrazione ha sempre riservato al mondo della scuola. L’intento è quello di intervenire su tutti i plessi comunali, come stiamo facendo con la scuola elementare di Giulianello e con quella di Cori. Il settore è per noi prioritario e i frutti del lavoro svolto si stanno vedendo”.

La seconda delibera è legata ai fondi per la progettazione che il ministero dell’Interno mette a disposizione anche quest’anno e con essa il Comune di Cori, come già in passato, cerca di non farsi sfuggire questa opportunità.

L’Ente infatti partecipata al bando con tre diversi progetti: una riguarda la lotta al dissesto idrogeologico con il completamento della messa in sicurezza del Fosso della Catena (versante via Madonna delle Grazie, opposto a quello già oggetto di intervento); un’altra concerne la messa in sicurezza della viabilità interna ed esterna di Giulianello; una ulteriore è relativa alla messa in sicurezza e riqualificazione di una porzione del centro storico di Cori valle (piazza San Michele, via dell’Unità, via del Pozzo e zone limitrofe). Un’area quest’ultima interessata da un forte problema di dissesto idrogeologico che necessita assolutamente di risposta. E la risposta sarà duplice: da una parte la messa in sicurezza e dall’altra anche la valorizzazione di un luogo storico dall’elevato valore. ”Tre progetti significativi – dicono in merito De Lillis e Afilani – due dei quali legati a un altro settore chiave come il contrasto al dissesto idrogeologico e che ci consentirebbero di compiere passi importanti verso la messa in sicurezza del nostro territorio”.

COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *