Abruzzo/L’orsetta Morena forse libera a Novembre

orsetta Morena

L’hanno messa letteralmente all’ingrasso: miele, cereali, muesli, pane, carne macinata, crocchette per cani, uova, larve di mosca, frutta, insalata di cui è ghiotta. Morena, l’orsacchiotta marsicana salvata da morte certe lo scorso luglio, quando era stata forse abbandonata dalla madre, ‘deve’ mettere la pancia, se no è difficile che venga rilasciata in natura fra un mese. Perchè manca poco per il primo esperimento mai effettuato in Italia di reimmissione in ambiente per un orso: clima e peso raggiunto permettendo, Morena sarà lasciata nei boschi del Parco Nazionale d’Abruzzo ai primi di novembre.

La notizia buona è che l’orsacchiotta ha una fame da ‘lupa’. E che ingrassa che è una bellezza: quando era stata ritrovata a Villavallelonga era una piccola che pesava neanche 2 chilogrammi, ora invece ne pesa 23.

Ai primi di novembre quindi tutti gli occhi saranno puntati sul Parco per il primo rilascio in natura di un orso: ansia comprensibile, non è detto che l’esperimento possa riuscire, specie in un territorio comunque fortemente antropizzato come l’Abruzzo. Ma se Morena arriverà a 35 chili, dicono gli esperti, potrebbe farcela sul serio.

 

Fonte Ansa

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *