Ceccano, il “Coraggio di Cambiare”: gestione delle casse comunali, gravi ripercussioni alla città

veduta ceccano

In questi giorni si viene a conoscenza di una delibera della Corte dei Conti, nello specifico la numero 64 dell’8 giugno 2021, la quale obbliga l’amministrazione comunale di Ceccano a porre in essere, entro 60 giorni, le misure correttive sul ciclo di bilancio necessarie a superare le irregolarità evidenziate. Tra queste l’eccessivo ricorso allo strumento dell’anticipazione di tesoreria, il debito contratto con società e organismi partecipati e la determinazione e il ripiano del disavanzo di amministrazione. Operazioni che, secondo la corte dei conti, rappresentano delle “illegittimità o irregolarità tali da pregiudicare gli equilibri economico-finanziari dell’ente”.

È grave che l’amministrazione Caligiore non abbia informato a tempo debito i cittadini su questa delibera e che abbia, anzi, continuato a parlare di un bilancio in salute e di una situazione tranquilla. Dalla relazione del collegio regionale della Corte dei Conti del Lazio emerge una gestione delle casse comunali che rischia di causare gravi ripercussioni alla città e ai cittadini. Una delibera che mette in evidenza le falsità diffuse da Caligiore e dalla sua maggioranza sulla tenuta finanziaria ed economica dell’ente.

Le segnalazioni avanzate dalla Corte dei Conti sono precise e riguardano un’area vasta del bilancio e della gestione dello stesso da parte dell’amministrazione. Un’analisi dettagliata anche dei debiti contratti dal 2013 al 2019, nonostante Caligiore dica che “Ceccano è un comune senza debiti”. Ricordiamo che la prima giunta Caligiore si insediò nel lontano 2015 e che da quel momento le irregolarità, come definite dalla Corte stessa, sono aumentate in maniera esponenziale.

Il sindaco in persona, vantando fantomatici risultati positivi della sua amministrazione, ha parlato di inesattezze che negli anni si sono diffuse sulle questioni di bilancio. Polemiche come al solito definite strumentali, ma che oggi vengono certificate da un documento ufficiale che mette alla berlina la pessima gestione della cosa pubblica da parte dell’amministrazione Caligiore. Chiediamo a quest’ultimo di smettere i panni e soprattutto i toni della campagna elettorale, perché non vorremmo che la città e i cittadini si trovassero a dover affrontare una situazione di dissesto finanziario, perché il sindaco era più impegnato a rilasciare interviste piuttosto che a verificare la situazione delle casse comunali e le direttive della Corte di Conti.

Comunicato stampa Coordinamento politico “Il Coraggio di Cambiare”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *