Sora (FR) – Mollicone: “Contagiati Covid 19, vittime e non untori.”

ROBERTO MOLLICONE...

Il Covid 19, sta facendo scoppiare una vera e propria psicosi tra la popolazione.  La paura del contagio, sta facendo venire meno quello che è lo spirito di solidarietà e di vicinanza che ha sempre contraddistinto questo territorio. Roberto Mollicone, presidente del Gruppo Sora 2.0, ha voluto evidenziare questo aspetto, e in una nota stampa dichiara: ” Mi sembra che in questi giorni stia venendo meno il senso di solidarietà e di fratellanza che ha sempre contraddistinto il nostro popolo. Sembra che si stia dando vita ad una vera e propria caccia all’ uomo, una caccia al malato che, più che come vittima, il più delle volte viene descritto come untore. Gia in passato aveva lanciato questo monito, e lo rifacciamo volentieri, invitando i nostri concittadini ad essere più solidali, ricordando che il virus può colpire chiunque, anche noi stessi. È importante non far sentir soli i contagiati, a non creare quella linea di emarginazione che renderebbe meno solido il tessuto sociale di questa comunità. Dal canto nostro, come associazione, abbiamo dato vita ad una serie di iniziative, volte a prestare solidarietà e conforto proprio alle persone che stanno vivendo questa situazione in prima persona.
COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *