Nomina incarichi direttivi provincia di Frosinone partito INSIEME

Foto Insieme

Si è riunita ,nei giorni scorsi, l’assemblea degli iscritti di INSIEME, partito politico nazionale costituitosi lo scorso 4 ottobre, della regione Lazio per l’analisi dell’attuale momento politico e l’attribuzione degli incarichi nelle diverse province .

In premessa il coordinatore regionale Francesco Rabotti ha riassunto i valori e le finalità che sottendono l’azione del partito e tutti i presenti hanno ribadito il proprio impegno e la disponibilità a porsi con umiltà e dedizione al servizio dell’Italia con spirito di fraternità per creare una alternativa all’attuale sistema partitico connotato da un conflittuale bipolarismo .

Al termine del dibattito sono stati designati, all’unanimità , componenti della direzione delle province di Frosinone, Latina e Viterbo, rispettivamente , per INSIEME FROSINONE, Damiano Piccoli :coordinatore provinciale, Pietropaolo Paella: rapporti con l’associazionismo cattolico, Ferdinando Marfella: comunicazione, social network e sito internet, Ester Tullio: cultura ed ambiente, Annarita Urbani: movimento giovanile e pari opportunità, Bruno Frioni : organizzazione, Mauro Faiola e Angelo Messore : tesseramento, Giuliano Fabi : turismo; per INSIEME LATINA, Francesco Rabotti : referente provincia di Latina, per INSIEME VITERBO, Carlo Simonetti : referente provincia di Viterbo.

Il partito si è costituito per realizzare un centro alternativo agli attuali schieramenti partitici e reagire all’anomia morale, culturale e politico istituzionale oggi assai diffusa e che sta spegnendo la speranza in un futuro migliore, soprattutto tra i giovani, affermando la convinzione che la cultura ispirata dalla dottrina Sociale della Chiesa, sia decisiva proprio in frangenti speciali come quelli che viviamo oggi, per fronteggiare le esigenze dell’economia e della coesione sociale.

Un partito capace di ascolto, di derivazione popolare, che pone la persona al centro del dibattito politico e che ha l’ambizione di dare risposte all’attuale domanda di rappresentanza che accomuna tutte le categorie della società, da cui deriva un continuo spostamento dell’elettorato.

I problemi che oggi la società si trova ad affrontare sono essenzialmente dovuti a fenomeni sconosciuti in passato, come la globalizzazione e la quarta rivoluzione industriale: dunque per affrontarli e risolverli occorre uscire dagli schemi del “ pensiero continuistico” che pervade la gran parte dell’offerta partitica oggi presente, e che si è rivelato inadeguato proprio perché ancorato al passato.

Oggi, non sono più sufficienti le riforme ,ma occorre procedere ad una vera e propria trasformazione dell’esistente ,perché viviamo una situazione complessa, che non può essere governata dal pensiero “binario”, che crea conflitto, ma occorre appellarsi al pensiero forte, al pensiero “trinitario” ,che è tipico della dottrina sociale, la cui cifra è lo stare insieme.

Infatti oggi è necessario dare risposte concrete e tutelare allo stesso modo – dunque considerare di pari importanza nella ricerca di soluzioni adeguate e volte al benessere – la vita delle persone, la famiglia, il lavoro, il genio femminile, i giovani, gli anziani, la salute, l’ambiente, le istituzioni, secondo i principi del solidarismo liberistico delineato dalla nostra Costituzione ,che devono vedere sullo stesso tavolo come nuovi attori lo Stato, i corpi intermedi, la società civile ed il mercato, rifiutando ogni forma di disintermediazione nell’azione politica ( oggi soffocata dal bipopulismo) e che ,al contrario, deve essere basata sul dialogo pensante rivolto ai contenuti e non sugli slogan ed i personalismi immaginifici ed individualistici, facendo riscoprire a tutti il valore della comunità.

Tutti temi questi che trovano proposte di soluzioni concrete nell’articolato programma del partito che celebrerà il proprio primo congresso i prossimi 3 e 4 luglio a Roma .

COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *