GallinaRock ci siamo, da venerdì il Festival dell’Estate. Primo festiva d’Italia in Lis e 100% Plastic Free

GALLINAROCK 2022

Sull’area ‘mail art’ con l’Accademia di Belle Arti di Frosinone

Il cowtown è finito: al via venerdì la XIV edizione del GallinaRock. Il Festival divenuto da subito l’evento più atteso dell’estate, non solo in provincia di Frosinone. Un palco impegnato, dalle buone pratiche alla lotta concreta alle diseguaglianze. Primo appuntamento d’Italia a tenersi con l’interpretariato nella Lingua dei Segni Italiana. Un Festival dunque ‘per tutti’, nel vero senso del termine, che farà addirittura ‘vedere le parole’ a chi come i sordi non ha la possibilità di ascoltarle. Un modo per diffondere ancora di più questa lingua, attraverso i propri interpreti, ma anche per rendere accessibili eventi come concerti e festival musicali. Il palco di Gallinaro è così portavoce di messaggi di assoluto valore morale, culturale ed educativo, che quest’anno avrà come filo il tema degli ‘spazi’. Poi rinuncia all’indifferenza, non violenza, lotta alle dipendenze e la salvaguardia del bene più prezioso che è la salute dell’uomo e del pianeta. Un mondo a cui il GallinaRock dimostra concretamente di voler bene attraverso le buone pratiche. Ad iniziare dall’ecosostenibilità, come la formula ‘Plastic free’, che quest’anno sarà esclusiva. Bicchieri, ma anche posate e stoviglie, ogni prodotto alimentare sarà servito in contenitori ecologici, compostabili e biodegradabili. Via persino le bottiglie di plastica per l’acqua, che sarà fornita invece a km 0 attraverso la “Casa dell’acqua”. Un modernissimo erogatore e distributore direttamente dalla rete idrica, dove scorre la cristallina e limpida acqua dalle sorgenti della Valle di Canneto. Musica ma non solo dicevamo, a fare da cornice ai live musicali l’area creativa ‘GallinArtRock’, curata dall’Accademia di Belle Arti di Frosinone, la stessa che produce in esclusiva l’artistico riconoscimento ai vincitori del contest e che per la prima volta realizzerà la ‘mail art’. Il movimento artistico popolare, conosciuto anche come arte postale,  che usa il servizio postale come mezzo di distribuzione e diffusione d’arte, con l’invio di opere di piccolo formato, che qui saranno create sul posto con la possibilità di spedirle gratuitamente. Andiamo con ordine, apertura venerdì 5 agosto con Mida Maze, dunque i finalisti del contest (Dancalia’S Rain, Known Physics, La Sindrome di Oscar, Preferisco Ignazio), seguiti dall’attesissimo live dei Sud Sound System. Sabato 6 agosto, scena tutta per Giancane, introdotto da Dellarabbia.  Il 7 agosto il gran finale, con The Royal State e la band vincitrice del contest che aprirà il concertone di Pierpaolo Capovila e I Cattivi Maestri. A poche settimane dal dirompente ritorno con un nuovo album segnato da un concentrato di rock duro e puro, contro lo status quo di una società che naviga nell’indifferenza. Esattamente come nel Dna del GallinaRock, esaltando e praticando concretamente i valori più qualificanti per l’uomo. Serate tutte ad ingresso gratuito e musica fino a tarda notte, che nella giornata conclusiva farà scatenare il pubblico con la ‘scossa’ del Dj set live di Eva Poles, storica voce dei Prozac +. Presenterà le serate Tiziana Iannarelli, giornalista Rai, che attraverso Rai Radio Tutta Italiana è media partner ufficiale del GallinaRock.

COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *