Frosinone, Primarie. Ramunto: arte e cultura per la centralità del capoluogo

ramunto FR

Raffaele Ramunto, candidato alle Primarie per la Città del 27 marzo prossimo, già direttore del Conservatorio di Musica “Licinio Refice” di Frosinone, oggi docente e Consigliere Accademico della prestigiosa istituzione culturale frusinate, è stato uno dei promotori della formula del Festival nazionale ed europeo dei Conservatori italiani “città di Frosinone” e, con la passione che lo contraddistingue, sta profondendo ogni sforzo nell’impegno civico per la città.

<< Tanto è stato fatto, in dieci anni, anche a livello culturale: questa è la strada da seguire>>, ha dichiarato.

La cultura è al centro del manifesto programmatico del prof. Ramunto, che tiene ben presente anche altri importanti ambiti come l’ambiente, le opere pubbliche e l’economia della città.

<< Da dieci anni a questa parte, grazie all’operato del sindaco Nicola Ottaviani e delle sue giunte, Frosinone ha già avviato e realizzato un notevole processo di crescita. Tra le opere già programmate e finanziate che consolideranno lo sviluppo del territorio, possiamo fare alcuni esempi: la realizzazione della metropolitana di superficie che dallo scalo ferroviario arriverà in zona  De Matthaeis; l’opera di risanamento degli argini del fiume Cosa con la conseguente realizzazione del percorso naturalistico a margine anche ciclopedonale; la doppia linea dell’ascensore inclinato. Da sindaco, proseguirei nella manutenzione dei plessi pubblici, con l’attenzione particolare, già mostrata, per le scuole e per i luoghi di interesse collettivo. Prioritario anche tenere conto del fatto che la tutela dell’ambiente aumenta la vivibilità del territorio e la qualità dei servizi migliora la vita quotidiana dei cittadini>> .

Ovviamente, il programma del Prof. Ramunto è incentrato sulla cultura come volano di promozione del territorio e dello sviluppo economico.

<< La cultura è una risorsa preziosissima e rappresenta una opportunità fondamentale per la crescita dell’economia di una città. Si pensi, soltanto per fare un esempio, al Festival dei Conservatori che, nel corso delle otto edizioni, oltre ad aver ospitato musicisti, artisti, discografici, produttori provenienti da ogni parte d’Italia e d’Europa, ha permesso alla nostra città di mettersi in mostra, a livello nazionale ed europeo, come esempio di città dinamica, creativa, capace di realizzare grandi manifestazioni. Attorno a queste grosse opportunità generate dalla cultura, si devono promuovere altrettanti progetti.  La cultura è importante non solamente in quanto costituisce un fondamentale valore di civiltà, ma anche perché rappresenta, a tutti gli effetti, una risorsa fondamentale per una crescita economica sostenibile”.

Le operazioni di voto per la selezione del candidato a sindaco del centrodestra si svolgeranno domenica 27 marzo 2022, a Frosinone, dalle ore 8:00 alle ore 21, presso le 4 sezioni della nuova sede comunale (Palazzo Munari), di Piazza VI Dicembre, della Delegazione Madonna della Neve e della Delegazione Scalo. Previsto anche un seggio mobile. Potranno votare i cittadini maggiorenni, residenti a Frosinone, che abbiano intenzione di concorrere alla crescita democratica delle Istituzioni e, in particolare, del Comune Capoluogo, in linea di continuità con lo sviluppo e la trasformazione dell’assetto culturale, ambientale e urbano, iniziata nel 2012, anche attraverso l’introduzione di strumenti innovativi di crescita sociale.

COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *