Boville Ernica, il gentil sesso conquista il baby consiglio

Boville Baby sindaco Bottoni e sindaco Perciballi

A scuola non c’è bisogno di quote rosa. Sindaco, vicesindaco e presidente sono bambine e ragazze. Hanno giurato davanti al primo cittadino Perciballi

Su dieci eletti sei sono ragazze e tre di loro hanno conquistato gli scranni più alti. Rispettivamente quello di sindaca, vicesindaca e presidente del baby Consiglio. Una media che supera di poco quella dell’Amministrazione degli adulti con il sindaco Enzo Perciballi che, nel 2018 ha visto eleggere nella sua maggioranza quattro uomini e quattro donne, di cui due in Giunta e una vicepresidente vicario del Consiglio comunale. Senza bisogno di leggi sulla parità di genere.

Hanno giurato davanti ai cittadini, ai ragazzi e agli adulti di “svolgere con impegno, lealtà e sincerità” il loro dovere nel rispetto del regolamento comunale che disciplina il funzionamento del Consiglio comunale dei bambini e dei ragazzi. La sindaca e la presidentessa del baby Consiglio dell’Istituto comprensivo lo hanno fatto martedì mattina nelle mani del sindaco di Boville Ernica, Enzo Perciballi, alla presenza delle autorità scolastiche, civili, militari e religiose, nello splendido museo civico, già chiesa di San Francesco annessa all’ex convento.

Si chiamano rispettivamente Beatrice Bottoni, classe II A, ed Elena Luffarelli classe I B, della Media Armellini. Al loro fianco, tutti visibilmente commossi, Mattia Costa ed Elena Diana, assessori, e Aurora Onoratiassessore con funzioni di vicesindaco. Presenti anche gli altri cinque eletti consiglieri: Thomas BernardiCristiano SantopadreLucia FratarcangeliFilippo Cervini e Rafaela Ghighi.

Numerosi gli interventi, da parte dei parroci presenti, delle autorità scolastiche con in testa il dirigente Giacomo La Montagna e degli amministratori: tutti indirizzati a sottolineare l’importanza del progetto all’insegna della responsabilizzazione dei ragazzi e al loro coinvolgimento attivo nella vita sociale e amministrativa del paese.

La baby sindaca Bottoni si è detta “orgogliosa di poter rappresentare in piccolo tutta la comunità scolastica di Boville Ernica”. Poi ha parlato di “rispetto degli altri e delle loro libertà” e di ulteriori proposte che verranno. L’assessore alla Cultura Anna Maria Fratarcangeli, referente del progetto fortemente voluto dall’Amministrazione Perciballi, ha sottolineato “l’importanza del gioco di squadra” e si è detta “orgogliosa per essere riusciti a raggiungere questo traguardo, nonostante la pandemia da Covid che ha rallentato tutto” e ha ringraziato la scuola “per aver sposato il progetto”.

Il sindaco Perciballi ha ricordato il ruolo e i doveri del baby Consiglio. Ha parlato della necessità di migliorare il regolamento e ha ringraziato per la loro presenza i carabinieri della locale stazione rappresentati dal loro comandante, il luogotenente Mario Vinci perché “la loro presenza, insieme a quella dei parroci e delle altre autorità, è la prova tangibile dell’importanza istituzionale del Consiglio comunale dei bambini e dei ragazzi”. Ha ringraziato anche loro il primo cittadino, i bambini e i ragazzi, oltre ai loro genitori, ricordando che “chi ricopre un incarico istituzionale ha l’obbligo di dare il buon esempio”. Poi ha ringraziato tutti quanti si sono impegnati per la riuscita del progetto, fra cui il bibliotecario Domenico Cervoni “per aver fattivamente collaborato con l’assessore all’Istruzione Fratarcangeli”.

 Il dirigente scolastico ha fatto notare che, pur nei limiti delle disposizioni anti Covid, la cerimonia rappresenta “un importante segnale di ripartenza”. E ha raccontato dell’entusiasmo con cui la scuola ha accolto la proposta del Comune, ringraziando tutti i docenti, in particolare i referenti del progetto, il professor Roberto Zeppieri e la maestra Francesca Cippitelli. Oltre alla vicaria Nunzia Scarano e Margherita Marchionni, presenti alla cerimonia. Hanno portato il loro saluto il parroco della collegiata di San Michele Arcangelo, don Giovanni Ferrarelli e il parroco del santuario Madonna delle Grazie, don Pawel Maciaszeck. Don Giovanni, prendendo spunto dal luogo in cui si è svolta la cerimonia, ricco di simboli francescani, ha ricordato l’enciclica Laudato Si di Papa Francesco auspicando che quest’iniziativa possa essere un ottimo punto di partenza anche per il rispetto dell’Ambiente.

Presenti alla cerimonia di convalida degli eletti e giuramento anche la consigliera comunale con delega alla Comunità montana, Elisa Palombi, e la vicepresidente del Consiglio Martina Bocconi. Oltre a una rappresentanza della Polizia locale con il comandante Domenico Romano. A conclusione della cerimonia, che ha coinciso anche con l’ultimo giorno di scuola, tutti i baby amministratori si sono presentati ringraziando per la fiducia ricevuta. Il prossimo appuntamento sarà a settembre quando, Covid permettendo, magari potranno esserci anche tutti gli altri scolari del Comprensivo e i docenti, come auspicato dal dirigente scolastico.

Comunicato stampa a firma del sindaco dott. Enzo Perciballi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *