R.N. Frosinone, un pari e una sconfitta in U14 e U18

IMG_5043-2-scaled

Bellator Frusino – Rari Nantes Frosinone 6-3 (1-0, 1-0, 1-2, 3-1)

La Rari Nantes Frosinone è in un buon momento e lo dimostra anche nel derby contro la Bellator. Nonostante la sconfitta per 6-3, i ragazzi di mister Fabrizio Spinelli dimostrano una buona condizione atletica e grandi passi in avanti, frutto del duro lavoro svolto in questi mesi. Gran parte della squadra, poi, è composta da ragazzi sotto età, non solo U16 ma anche U14. Questa è la linea guida della società, fatta da una programmazione costante a medio-lungo termine, che possa portare al più presto giocatori ciociari in prima squadra.

Ma torniamo al match. Tre tempi molto equilibrati, con i gialloblù a secco nei primi due parziali di gioco, ma bravi in difesa aiutati dall’ottimo Saltarelli. Poi, nel terzo periodo, la Rari Nantes Frosinone si sveglia anche in attacco e si riavvicina pericolosamente alla Bellator. Tre disattenzioni, però, sono fatali ai giovani ragazzi della Rari Nantes, che prestano il fianco alle ripartenze degli avversari. Fiorini riaccende le speranze dei suoi, ma è troppo tardi: finisce 6-3, vince la Bellator.

Questo il commento dell’allenatore della Rari Nantes Frosinone, Fabrizio Spinelli: «Questa partita, nonostante la sconfitta, ci dà la consapevolezza di poter continuare a giocarci il girone alla pari con tutti. Si sono affrontate due squadre che si equivalgono e che giocano entrambe con tanti ragazzi sotto età. I tre contropiedi con cui la Bellator ha chiuso l’incontro nascono tutti da errori di eccessiva fretta nel possesso. Dobbiamo lavorare, e lo faremo, per farci trovare più pronti già dalla gara di ritorno».

 

Bellator Frusino: Dolce, – , Kashari 2, Saro 3, Paris, Maramao 1, Spaziani, La Marra, Papetti, Mastracci, Campagiorni, Cipriani, – , – , Morelli. TPV: Umberto Carotenuto.

R.N. Frosinone: Saltarelli, Quadrini 1, Corsi, Frasca, Vallecorsa, Ceccarelli, Grossi, Maura, Nichilò, Fiorini 1, Bravo, Napoletano 1, Iannoni. TPV: Fabrizio Spinelli.Bellator Frusino – Rari Nantes Frosinone 11-11

Altro pareggio per l’U14 della Rari Nantes Frosinone. Dopo il 10-10 all’esordio contro il Blu3000, i ragazzi di coach Ceccarelli impattano per 11-11 contro i cugini della Bellator Frusino. Partita ricca di emozioni, ben giocata dai piccoli gialloblù, avanti per larghi tratti del match e mai in difficoltà dal punto di vista del gioco. Nella seconda parte della gara, però, la Bellator torna prepotentemente in partita, grazie soprattutto alle vincenti soluzioni dalla distanza dei suoi. Con due punti in classifica, il Frosinone rimane al primo posto in classifica.Rammarico in casa Rari Nantes per il risultato finale, che però non inficia quanto di buono fatto finora e mostrato anche nella partita di domenica. I gialloblù, in tantissimi sotto età e con un grande portierino classe 2010, nulla hanno da recriminarsi, anzi. Dal canto nostro, siamo convinti del buon lavoro che da qualche anno a questa parte stiamo svolgendo: la crescita fin qui avuta è evidente e sotto gli occhi di tutti. E siamo solo all’inizio.Questo il commento dell’allenatore dei gialloblù, Federico Ceccarelli: «Sono contento dei miei ragazzi. Ieri solo una squadra ha giocato a pallanuoto e penso che sia stato evidente a tutti quale sia stata. Se è vero che vincere non è importante, ma è l’unica cosa che conta, questo non si può certo dire per una categoria giovanile. Qui è dovere dell’allenatore lavorare sui ragazzi per farli diventare giocatori di pallanuoto nel loro futuro, quanto più prossimo possibile. Come Rari Nantes Frosinone, noi lavoriamo in questa direzione».R.N. Frosinone: Gaetani, Cecconi, Solli, Caciolo, Vallecorsa 1, Iannoni 5, Nicolia 1, Grimaldi 2, Altobelli, Bravo 2, Maura, Di Pofi, Cristofanilli, Cortina, Quattrociocchi. TPV: Federico Ceccarelli.

I fratelli Pisa esempio del buon lavoro del settore giovanile gialloblù

Abbiamo già parlato dell’ottima esperienza che i fratelli Leonardo e Riccardo Pisa stanno vivendo tra le fila della forte Anzio Waterpolis. Entrambi stanno ben figurando sia con l’U20 che con l’U18 dei neroniani, mentre il più grande – Leo, classe 2003 – ha anche fatto il suo esordio con la serie A2, già qualificati ai play off promozione. Non vorremmo dimenticare, però, anche la sorella Caterina, classe 2007 e da due stagioni in forza alla Roma Vis Nova.

Società romana di grande e storico blasone sia in campo maschile che femminile, la Roma Vis Nova ha scelto di puntare su Caterina, attaccante mancina di ottima qualità. Nell’ultima vittoria delle leoncine dell’U14 – che hanno battuto 13-10 i Castelli Romani – Pisa ha messo a segno ben 8 gol. Non a caso, i suoi tecnici hanno deciso di convocarla anche con le rappresentative U16 e U18 della società capitolina. Questa è la missione della Rari Nantes Frosinone: formare giocatori validi da lanciare nel mondo della pallanuoto che conta. Per poi, chissà, fare anche ritorno alla casa madre gialloblù.

Andrea Esposito

Addetto stampa R.N. Frosinone

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *