Fiumicino Jazz Festival: luppolo, yoga e bacchette per il terzo WE in musica

logo ufficiale FJF

Terzo fine settimana per il Fiumicino Jazz Festival che conferma la formula di tre giorni con tre format differenti dedicati all’incontro tra jazz e territorio. La prima cornice naturale, il birrificio agricolo dell’Azienda Podere 676 ospiterà venerdì 17 settembre il concerto della Live Night Band, duo formato da Mauro Bottini al sax e Antonino Zappulla al piano elettrico, che presenterà l’ultimo disco, “By night”, ispirato alle sensazioni e atmosfere del live set di una notte romana. Nel disco, brani fusion e funk si alternano a ballate melodiche e d’atmosfera: un progetto che parte dai temi e dalla melodia, che predomina ovunque nell’elaborazione di giochi di note sempre lineari e riconoscibili, frutto del profondo interplay che lega i due musicisti. L’ingresso è libero, a partire dalle ore 18:00.

Sabato 18 settembre sarà invece il Museo del Saxofono a presentare, oltre alla sua storica collezione di strumenti musicali di ogni tipo, la performance del quartetto capitanato da Enrico Ghelardi con il progetto Shanti Project, originale mélange di jazz e musica indiana, accomunati da una stessa atmosfera spirituale. Ghelardi, che affianca alla sua attività musicale, come sassofonista, clarinettista e flautista jazz, l’interesse per la teoria e la pratica yoga e la ricerca spirituale, ha concepito per questo suo nuovo progetto una musica molto comunicativa, immediata e profonda, capace di evocare atmosfere ora più pacate e meditative, ora più energiche e dinamiche, ma sempre intense. Il repertorio, interamente basato su composizioni originali, è caratterizzato dall’uso del clarinetto basso, del sax soprano e dei flauti, e riserva ampi spazi alla improvvisazione libera. Accanto al leader sono artefici del progetto Pierpaolo Principato al piano, Stefano Cantarano al contrabbasso, Max De Lucia alla batteria e percussioni. Il gruppo ha all’attivo un primo cd, “Om namaha”, edito da Helikonia, ed il recente “Peace for earth”, per l’etichetta Alfa Music. I biglietti per il concerto, in programma alle ore 21:00, sono in vendita in loco e sul circuito Live ticket.

Infine, per la serie “Conversaxioni” al Museo del Saxofono, domenica 19 settembre alle ore 18:00 sarà la volta di Alfredo Romeo, che tratterà di “Spazzole e bacchette“. Attraverso esempi dal vivo, proiezione di video e diapositive e l’ascolto di brani selezionati, l’ex Direttore delle riviste specializzate “Percussioni” e “Drumset Mag” racconterà la nascita e lo sviluppo della batteria, ricordandone i principali interpreti dal Jazz di New Orleans al Rhythm & Blues, dal primo Rock & Roll agli stili più contemporanei. L’ingresso è gratuito.

Agli eventi in Museo è prevista anche la consumazione di un’aperi-cena, opzionale, a pagamento.

COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *