Boville Ernica – Frana a Colle Piscioso, approvato dalla Giunta lo studio per la richiesta di finanziamento alla Regione Lazio

20210511-C.S. Boville Frana Colle Piscioso (2)

L’obiettivo: risolvere un problema che dura da oltre dieci anni mettendo in sicurezza il tratto lungo via Santa Liberata per l’Antica.

Uno smottamento, evidente anche sulla carreggiata, che è in corso ormai da oltre dieci anni e che finalmente è meritevole di attenzione da parte del Comune, quello lungo via Santa Liberata per l’Antica, in località Colle Piscioso. La Giunta comunale ha approvato il progetto di fattibilità e ora finalmente si potranno chiedere i finanziamenti alla Regione Lazio. Secondo i calcoli fatti dal tecnico dei Lavori Pubblici occorreranno poco meno di 140 mila euro, 139mila per la precisione.

Urgono opere di contenimento – spiega il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Benvenuto Fabrizi – per mettere fine a un movimento franoso che dura ormai da oltre dieci anni e che le piogge dello scorso inverno hanno accentuato. La situazione, infatti, potrebbe peggiorare con il rischio di pericolo nei confronti degli automobilisti e dei mezzi pubblici e privati che vi transitano”.

Come Amministrazione comunale ci siamo attivati immediatamente – conclude Fabrizi – sia per monitorare costantemente la zona con sopralluoghi continui sia per reperire fondi per procedere a un consolidamento del versante interessato dal movimento franoso”.

Allo stato attuale è ben evidente il parziale distacco sia del coronamento che tutta la potenziale zona di scorrimento della frana – spiega invece il sindaco, dottor Enzo Perciballi – Infatti sono ben evidenti i segni di dissesto della sede stradale con evidenti crepe sull’asfalto che, sicuramente, in caso di ulteriore maltempo possono innescare altri movimenti franosi investendo un’area più vasta e conseguenti situazioni di maggiore pericolo verso la pubblica incolumità”.

Entra nel vivo il primo cittadino. E spiega nel dettaglio gli interventi necessari alla messa in sicurezza della frana: “Si dovranno realizzare pali per formare una paratia a supporto della sede stradale con un cordolo di collegamento, una cunetta per la raccolta e il convogliamento delle acque piovane. Infine, saranno necessari un guard-rail e la bitumazione”.

Riteniamo di fondamentale importanza la tutela della pubblica incolumità” conclude Perciballi, “per questo motivo ci siamo immediatamente attivati con lo scopo di arrivare rapidamente a una soluzione del problema”.

COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *