Boom di ascolti per la fiction L’allieva 3

IMG_20201110_154942

Gli europei, ma soprattutto noi italiani, abbiamo sempre sofferto il fascino morboso e divinizzato dei media del microcosmo statunitense sin dal mito del new world.
Quella proposta di un mondo libero e nuovo che ci attraeva ormai quasi sei secoli fa e che adesso si è trasposta nelle forme di narrativa moderne, prima con le stelle di Hollywood e ancor più, oggi, con i protagonisti delle tv series.
Le serie TV mattatrici delle piattaforme streaming più famose come Netflix e Prime, ma anche quelle di Sky del fondatore magnate Rupert Murdoch, che hanno ottenuto un successo di pubblico mondiale negli ultimi anni.
Alle loro spalle però negli ultimi tempi si è appollaiata l’italianissima EIAR.
Esatto, parlo proprio della nostra Rai, che ha prodotto serie di grande successo e che proprio domenica sera ha mandato in onda l’ultima puntata di una delle sue serie più riuscite “L’Allieva 3”.
Serie che ha raggiunto il 21,3% di share, con più di 5 milioni di spettatori (5.105.000).
Stagione conclusiva che ha visto protagonisti inediti e new entries, i quali hanno reso più piccante una trama di per sé piatta che avrebbe soltanto osservato l’incedere lento di una storia d’amore ormai consolidata tra i due divi della soap sentimentale.
Un medical drama all’italiana che ha saputo ben mixare crime e romance, con punte di sano e genuino umorismo.
Una storia d’amore tra il professore e l’allieva, ben presente nell’immaginario del pubblico poiché ricorrente come tema cardine della cultura soprattutto universitaria.
Un tema che è riuscito ad appassionare gli spettatori italiani di tutte le età.
Dunque non resta che andare a guardarlo, per chi non l’avesse già fatto.
Luca Colafrancesco

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *