Una sede a Sora per l’Unione Artigiani Italiani di Frosinone

baldassarra-e-zannetti

L’Unione Artigiani Italiani di Frosinone apre un nuova sede sul territorio del sorano. A gestirla Loredana Baldassarra che sarà a disposizione delle aziende e delle imprese di Sora e dell’intero comprensorio per assisterle nel loro cammino di crescita e sviluppo. L’ufficio, ubicato in Via Sferracavallo 14, resterà aperto dal lunedì al venerdì (dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19) e vuole porsi come punto di riferimento per i tanti adempimenti che le imprese devono assolvere: “La nostra funzione – spiega la responsabile Loredana Baldassarra – sarà quella di affiancare le piccole e medie imprese dell’ampio territorio del città di Sora e comuni limitrofi nel dare loro assistenza e consulenza nella richiesta per ottenere agevolazioni e contributi, svolgere l’attività di formazione per la sicurezza sul lavoro e gestire il nuovo modello legato alla privacy che entrerà in vigore il prossimo 28 maggio 2018, per spiegare il quale ci sarà, a breve, un convegno da noi organizzato. Attraverso il Caf offriremo il servizio di assistenza fiscale e, altra prestazione fondamentale soprattutto in un periodo di difficoltà economica come quello che stiamo vivendo, la conciliazione sindacale”. L’Unione Artigiani Italiani e PMI punta a supportare anche il percorso dei giovani che vogliono entrare nel mondo del lavoro: “Il nostro sarà un impegno importante nella formazione dei lavoratori e l’apprendistato obbligatori per legge: per le aziende di Sora e del comprensorio è importante avere la possibilità di svolgere i corsi in città e noi offriremo loro proprio l’opportunità di restare sul territorio. Non solo però perché puntiamo molto alla formazione dei giovani disoccupati e inoccupati a cui offriremo corsi a titolo gratuito che finanzieremo rispondendo ai bandi”. L’Unione Artigiani Italiani e PMI proporrà alle imprese associate, anche la possibilità di utilizzare i diversi CCNL recentemente siglati ed allineati all’attuale andamento economico del territorio con ulteriore possibilità di studiare contratti di secondo livello secondo le esigenze delle imprese.

facebooktwitter

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *