Un fiorente piantagione di marijuana sequestrata in pieno centro a Paganica, un cittadino italiano arrestato

auto carabinieri

Ieri, i Carabinieri della Stazione di Paganica hanno tratto in arresto un cittadino italiano, T.M. classe 1971, poiché ritenuto responsabile di coltivazione di una piantagione di marijuana. Le indagini, partite nel mese di settembre, hanno permesso ai Carabinieri di raccogliere gravi elementi di colpevolezza a carico dell’uomo, sospettato di aver predisposto una vera e propria piantagione di marijuana all’interno di una serra realizzata nel terreno attiguo alla sua abitazione.

L’operazione, scattata alla prima luci dell’alba, ha impegnato 6 Carabinieri e numerose pattuglie di supporto che hanno monitorato i movimenti dell’uomo sino a quando si è proceduto all’ingresso nell’abitazione e alla successiva perquisizioni domiciliare.

Il buon esito dell’attività è stato certificato grazie al ritrovamento e al sequestro di 20 piante di marijuana, alte tutte tre metri, coltivate a regola d’arte all’interno della serra. In quel luogo, oltre allo stupefacente, è stato rinvenuto materiale per la coltivazione e per l’irrigazione della piantagione.

L’odierna attività antidroga è inquadrata in un più ampio piano di contrasto al fenomeno degli stupefacenti pianificato dal Comando Provinciale Carabinieri su tutto il territorio della Provincia e finalizzato a eliminare i canali di approvvigionamento della sostanza stupefacente.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato ristretto presso la propria abitazione su disposizione dell’Autorità Giudiziaria e in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *