Studente italiano muore a New York: Claudio frequentava un college

claudio_mandia_morto

Trovato senza vita a New York. Claudio Mandia, giovane studente di Battipaglia (Salerno), è deceduto la scorsa notte, in una stanza del college che frequentava da qualche mese. A ritrovarlo sarebbero stati altri studenti che vivono con lui che hanno subito allertato i familiari del ragazzo. La notizia si è diffusa nelle scorse ore tra gli adolescenti e gli studenti del Liceo Scientifico “Medi” che, fino ad un anno fa, Claudio frequentava. Come riporta il Mattino, i genitori di Claudio, Mauro Mandia ed Elisabetta Benesatto, erano già a New York perchè avevano deciso di festeggiare insieme a Claudio il suo 18° compleanno, che ricorre proprio oggi. Sono in corso le indagini per appurare le cause del decesso. Si ipotizza che il ragazzo sia stato colpito da un malore mentre dormiva. Ma, per il momento nulla di certo. Molto probabilmente per appurare le cause del decesso del giovane sarà effettuata l’autopsia del cadavere.Claudio avrebbe incontrato i suoi familiari l’altra sera, qualche ora prima del decesso e poi ha trascorso la serata con gli amici. All’improvviso, a notte fonda, il ragazzo è deceduto e le ore che i familiari di Claudio avevano progettato di trascorre insieme felicemente si sono trasformate in un’autentica tragedia. La notizia del decesso del giovane ieri è rimbalzata a Battipaglia tra amici ed ex compagni di classe del liceo che sono rimasti sconcertati. Un gruppo di amici di Claudio ieri sera si è raccolto in preghiera presso la chiesa Santa Maria della Speranza. Claudio era ritornato a Battipaglia a dicembre, per trascorrere le festività natalizie, per un breve periodo ed aveva incontrato molti suo amici ed ex compagni di scuola. Il ragazzo, dopo aver frequentato il terzo anno presso l’istituto scolastico Medi di Battipaglia ha deciso di trasferirsi a New York per completare gli studi. I genitori di Claudio sono molto conosciuti e stimati a Battipaglia dove gestiscono un’azienda che produce alimenti che vengono esportati all’estero ed anche in America.«Claudio era tornato a Battipaglia – raccontano i suo amici – a dicembre per trascorrere le vacanze di Natale e ci aveva detto che al college a New York si trovava bene e sarebbe tornato in città in estate per trattenersi per un periodo più lungo. Poi, ieri è trapelata la notizia della tragedia che ci ha addolorati e sconvolti». Tutta la comunità battipagliese è in lutto per la prematura dipartita di Claudio. (Leggo)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *