Sprechi alimentari: 10 consigli per ridurli e risparmiare

cibo spazzatura...

Nell’ultimo anno gli italiani hanno buttato nel cestino l’11,78% di cibo in meno rispetto al 2019. In fumo 10 miliardi di euro, comprese le perdite in campo e nel commercio. Che nel 2020 equivalea 27 chilogrammi di cibo a testa, circa 529 grammi a settimana.

Sprechi alimentari che incidono sul bilancio familiare, e non solo su quello. A fronte dei cittadini attenti a non gettare via il cibo, ci sono anche quelli che buttano via, senza pensarci, ciò che rimane nel piatto.

Occorre però lavorare prima sull‘eliminazione degli sprechi, nel nostro piccolo. Come? Basta poco seguendo alcune semplici accortezze.

Bastano 10 regole che tutti quanti possiamo applicare

Lista della spesa

Si comincia ancora prima di sedersi a tavola, scrivendo la lista delle cose da acquistare in base alle reali esigenze.

Di stagione e a km 0

Meglio scegliere alimenti di stagione, acquistandoli direttamente dal produttore. Genuinità e prezzi più bassi garantiti soprattutto per frutta e verdura.

Riordinare correttamente la spesa in frigo

Come sappiamo, ogni ripiano ha una temperatura ed è adeguato a determinati alimenti. Ma non tutto deve essere necessariamente riposto in frigorifero.

Congelare i prodotti

Il congelamento della verdura è utile soprattutto se si devono gestire con rapidità grandi quantità di ortaggi, magari provenienti dal proprio orto. O ancora se vogliamo fare le provviste per l’inverno, garantendoci qualche porzione di verdura “estiva” anche oltre l’autunno.

Dispensa pulita e contenitori chiusi e riutilizzabili

Molto importante mantenere pulita la dispensa in modo da evitare insetti e parassiti. Per questo è utile usare contenitori rigidi per la conservazione di alimenti come pasta e farina

Etichette e data di scadenza

Molto importante è leggere le etichette nutrizionali e fare sì attenzione alla scadenza ma sapere che in alcuni casi i prodotti possono essere consumati anche qualche giorno dopo la data impressa sulla confezione.

Quantità

Non esageriamo. Cerchiamo di regolarci sulle quantità da portate a tavola, in modo da evitare inutili sprechi.

Manutenzione di frigo e fornelli

Utile per evitare sprechi di energia, riducendo anche il rischio di bollette salate.

Ricette con gli avanzi

Se qualcosa rimane dopo un bel pranzo o una ricca cena, possiamo sempre mangiarlo il giorno dopo o riutilizzarlo per nuove e gustose ricette.

Foodsharing

Se il cibo è troppo e non si può congelare o riciclare, c’è ancora una soluzione e passa per la condivisione con amici e vicini di casa.

Foto e fonte greenme.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *