Sora (FR) – Sindaco De Donatis sei “accerchiato”… arrenditi

comune-di-sora00

Di Augusto D’Ambrogio
Come in un film Western, il sindaco De Donatis è accerchiato dalla sua stessa maggioranza. La resa sarebbe la migliore soluzione per il bene della città. Ricostruendo in breve la storia degli ultimi giorni politici vissuti a Sora, il sindaco De Donatis è la “vittima”predestinata dell’ex piattaforma civica che lo ha sostenuto. Dopo la costituzione del gruppo di Fratelli d’Italia in seno al consiglio comunale, cosa digerita malissimo dal primo cittadino,ma sostenuta e voluta fortemente da Massimiliano Bruni, il sindaco aveva chiesto a tutti i componenti della sua maggioranza, di sottoscrivere un documento di fine consigliatura, ma la fila per sottoscrivere questo documento non c’è stata e quindi ieri il primo cittadino è stato costretto a fare marcia indietro.Certo elemento di debolezza politica di un sindaco che non controlla più la propria maggioranza e che resta in sella solo ed esclusivamente per portare a termine una legislatura, che fin’ora definirla una delle peggiori che Sora abbia mai avuto è un eufemismo. Oramai a Sora si viaggia politicamente ad ordine sparso, Fratelli d’Italia rappresentata da Massimiliano Bruni che cerca a tutti i costi di arraffare consensi politici per dimostrare ai vertici provinciali e non solo la propria leadership sempre più messa in discussione. Lino Caschera orfano di un punto di riferimento politico dopo il passaggio di Pasquale Ciacciarelli alla Lega, sembra un pesce fuor d’acqua e resta in attesa di tempi migliori. Alessandro Mosticone con il suo “Reset” dice di volere il bene di Sora, ma se per il consigliere Mosticone questo è il bene di Sora, paradossalmente forse è meglio il male.Per usare un termine metereologico, i vari Baratta, De Gasperis e Floriana De Donatis, non sono “pervenuti”. Ma chi paga le conseguenze di questo marasma politico è la città che è ferma al palo da troppo tempo, commercio, sanità, infrastrutture, manutenzione, tutto questo non fa parte del gergo politico dell’attuale amministrazione. Come cita il titolo dell’articolo: Sindaco De Donatis sei “accerchiato”… arrenditi, se veramente ami questa città come dici.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *