Sora (FR) – M5S: “Le strade si allagano e l’Amministrazione che fa?”

Tombini intasati SORA

<<Tombini intasati e strade allagate>> è il titolo di un articolo pubblicato da un quotidiano locale il 29 luglio.L’ondata di maltempo che ha colpito Sora nell’ultimo fine settimana di luglio (tra sabato 27 e domenica 28), ha fatto prendere coscienza dei rischi che si possono correre o dei danni che si possono verificare solo perché vi sono delle caditoie otturate. La pulizia delle caditoie (o tombini) stradali è un problema serio che deve essere affrontato e non certamente sottovalutato o fatto cadere nel dimenticatoio.Lo scorso 31 marzo in Consiglio Comunale venne approvata una Mozione del M5S Sora proprio sulla pulizia delle caditoie stradali (si vedano i link: http://www.sora5stelle.it/strade-allegate-prevenire-costa-meno-che-risistemare/http://www.sora5stelle.it/acea-rispetti-gli-impegni-presi/www.sora5stelle.it/approvate-due-mozioni-del-m5s-sora/ ). Con la Mozione il Consiglio Comunale impegnava il Sindaco e la Giunta a richiedere ad ACEA di effettuare la regolare pulizia delle caditoie stradali, come previsto dalla Convenzione per la gestione del Servizio Idrico Integrato e chiedere, altresì, i dovuti chiarimenti per i mancati interventi di pulizia non svolti negli anni passati e procedere, eventualmente, alla loro contestazione nelle opportune sedi. Invece, l’Amministrazione De Donatis appare in tutt’altre faccende affaccendata per dedicare il proprio tempo a risolvere il problema dei tombini intasati e gli allagamenti di fine luglio – che hanno colpito sia le strade del centro che della periferia – sono la prova che la situazione non è cambiata. Con le caditoie pulite forse le strade non si sarebbero allagate e comunque i disagi sarebbero stati minori.Nel frattempo i sorani sono costretti a subire i disagi provocati dal maltempo ed al rischio di dover percorrere delle strade allagate.Non resta che attendere il prossimo temporale per constatare se l’Amministrazione De Donatis si è attivata per risolvere il problema oppure se i sorani dovranno vivere una nuova emergenza provocata dagli allagamenti con i conseguenti rischi per la propria incolumità.
Il Portavoce Fabrizio Pintori

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *