Sora (FR) – Dramma nella notte, la città piange la giovanissima Stella Tatangelo

IMG-20190814-WA0002

Doveva essere una serata di festa, quelle in cui ci si diverte e si torna a casa per poi riderci su il giorno dopo ma, non è andata cosi questa notte quando sull’orologio le lancette segnavano le due e trenta del mattino. Una Golf con all’interno cinque giovanissimi ragazzi, scendeva da Arpino in direzione Sora sulla provinciale di via Pietro Nenni in località Vuotti quando qualcosa è andato storto ed il conducente ha perso il controllo dell’autovettura. L’auto, probabilmente dopo essere salita con le ruote su dei blocchi di cemento posti sul ciglio della strada ben fuori la carreggiata, si è ribaltata. Un boato forte, un urto tremendo, una scena raccapricciante. Il conducente ed il passeggero seduto nel sedile posteriore dietro, grazie anche al pronto aiuto avuto da alcuni amici che riscendevano la provinciale dalla stessa festa con un altro veicolo, sono riusciti ad uscire dall’abitacolo.
Allertati immediatamente i soccorsi sono giunti celermente sul posto i Vigili del Fuoco del comando di Sora, due ambulanze del 118 e l’auto medica. In pochi secondi gli uomini dei V.d.f. tagliavano le lamiere della cappotta della Golf ed estraevano, con dovuta cautela, gli altri tre ragazzi che venivano immediatamente trasportati presso l’ospedale SS Trinità di Sora. Non è dato sapere quali siano le loro condizioni al momento ma non sono in pericolo di vita. Per un giovane nella notte, è stato disposto il trasferimento con l’eliambulanza all’Umberto I di Roma. Ma per Stella Tatangelo invece non c’è stato nulla da fare. Rimasta schiacciata dalle lamiere dell’auto la ragazza, divenuta maggiorenne circa qualche settimana fa, è deceduta per via delle ferite riportate. In città e sui social forte è la commozione e lo sconforto per la grave perdita subita dalla famiglia Tatangelo e tanti sono messaggi di vicinanza che giungono alle famiglie dei ragazzi rimasti coinvolti nell’incidente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *