Sora, amministrative: Caschera e Di Carlo prima amici, poi nemici e ora amici

CASCHERA E DI CARLO

Di Augusto D’Ambrogio.
E proprio vero la politica fa miracoli. È il caso di Lino Caschera della Lega e Vittorio Di Carlo di Forza Italia, in nome di un potere politico e di una sete di arrivismo personale che li porta a dimenticare il passato pur di rimanere in sella. Alle ultime elezioni amministrative dove Vittorio Di Carlo non ha fatto una bellissima figura, con pochissime preferenze e con la sua non elezione, eppure Forza Italia qualche anno fa aveva tanti sostenitori e simpatizzanti,ora che il partito è ridotto ai minimi storici, per Di Carlo alle prossime amministrative non sarà proprio una passeggiata di salute. Pur di risalire la china politica ormai persa sta stringendo un patto di ferro proprio con il nemico storico Lino Caschera, che ricevuti gli ordini dall’alto di una coalizione di centrodestra unitaria,ancora una volta gli ordini per chi candidare a sindaco o nelle varie liste arrivano da Cassino, Frosinone e Latina e ancora una volta si gioca sulla pelle dei cittadini sorani. Se Vittorio Di Carlo non ride, certamente Caschera non è messo meglio, in quattro anni e mezzo dove ha svolto il ruolo di consigliere delegato alla manutenzione, compito che ha svolto a mio parere in modo insufficiente, vedasi manutenzione verde pubblico, illuminazione pubblica e chi ne ha più ne metta, eppure il buon Lino si ripresenta agli elettori come una “verginella” politica, dimenticando il disastro che questa amministrazione ha fatto in questi anni, eppure oggi cerca di accollare il proprio non fare politico ad altri . La politica fa proprio miracoli, Lino Caschera e Vittorio Di Carlo da amici, poi nemici e oggi praticamente amici e questo duo di peso, e’ il caso proprio di dirlo, visto la stazza di entrambi, saranno ai nastri di partenza delle prossime amministrative della città volsca.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *