Sistema turistico, M5S (Lazio): “Con legge rilanciamo turismo 4.0”

Agriturismo..

“Con l’approvazione, da parte del Consiglio regionale, della legge che disciplina il sistema turistico del Lazio, abbiamo finalmente un provvedimento adeguato alle mutate esigenze e alla costante evoluzione del settore e che riforma in maniera innovativa l’organizzazione di un comparto fondamentale per l’economia della nostra regione. La risposta che oggi la Regione Lazio dà agli operatori turistici e all’intero indotto è una risposta che farà la differenza per il rilancio e la riqualificazione dell’attività turistica, ancor più dopo due anni di pandemia che l’hanno messa a dura prova”.

Così in una nota il Gruppo M5S alla Regione Lazio.

“Il Lazio ha finalmente una normativa all’avanguardia per rilanciare il turismo 4.0: attento, accessibile e sostenibile sia ambientalmente che socialmente – afferma Gaia Pernarella, Presidente della Commissione Turismo del Consiglio Regionale –  e che racchiude diversi elementi di novità, come la razionalizzazione delle funzioni degli enti territoriali coinvolti, o la sinergia tra pubblico e privato per la realizzazione di progetti, che, per la prima volta, viene sancita da una norma. Allo stesso modo, il valore che viene riconosciuto alle professionalità del turismo,  la possibilità che viene data agli enti territoriali di effettuare controlli e la creazione degli Ambiti Territoriali di destinazione turistica regionali, attraverso i quali si potranno soddisfare i bisogni di ogni specifico segmento di domanda, sono punti che portano una ventata di rinnovamento e che si inseriscono nella più ampia strategia di rilancio del settore turistico”.

“Oggi possiamo dire che questo risultato è frutto del grande lavoro di ascolto degli operatori del settore, effettuato dalla Commissione Turismo, della tenacia dell’Assessora al Turismo,  Valentina Corrado che ha creduto fortemente in questa legge e dei consiglieri regionali che hanno dimostrato come sia possibile dare risposte alle esigenze e alle aspettative delle categorie interessate. La Regione Lazio ha ora una norma all’avanguardia che, sono certa, verrà presa da altre regioni come esempio da riproporre”, conclude Pernarella.

COMUNICATO STAMPA – foto archivio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *