Sanità, Lazio prima regione per mobilità passiva. Ciacciarelli: “Risultati disastrosi, non sono sorpreso, vivo ogni giorno i problemi dei cittadini”

ciacciarelli

“Lazio prima regione per mobilità passiva in Italia. Questa la fotografia del Report Osservatorio Gimbe 2019 pubblicato oggi sulla mobilità sanitaria interregionale nel  2017. Nessuna sorpresa. Tutto questo è tangibile per chi, come me, vive a stretto contatto con i cittadini, e si confronta quotidianamente con loro.  L’indice di mobilità passiva identifica le prestazioni erogate ai cittadini al di fuori della Regione di residenza: in termini di performance esprime il cosiddetto “indice di fuga” e in termini economici identifica i debiti di ciascuna Regione. Le 6 Regioni con maggiore indice di fuga generano debiti per oltre € 300 milioni: in testa Lazio (13,2%) e Campania (10,3%) che insieme contribuiscono a circa 1/4 della mobilità passiva. La mobilità sanitaria extraregionale è un segnale, l’ennesimo, che le cose così non vanno. Quando un cittadini per curarsi è costretto a  scappare  letteralmente dalla propria regione significa che quel governo ha fallito. Zingaretti ha sbagliato tutto sulla sanità e questa per la sua giunta è l’ennesima bocciatura. Si vuole rendere conto che i cittadini sono in fuga dal Lazio alla ricerca di  condizioni migliori in termini di qualità e accessibilità alle cure? Vogliamo ripensare o no la governance del sistema sanitario regionale? Ad oggi siamo il fanalino di coda dell’intero Paese, e mi meraviglia la saccenza di Zingaretti, che con questi risultati disastrosi ottenuti a casa sua, si candida addirittura  a governare l’Italia. Surreale.”Così, in una nota, il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli, Forza Italia/ Laboratorio Lazio per il Cambiamento.
COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *