Pontecorvo città di pace e di accoglienza, sabato in arrivo le prime persone in fuga dalla guerra

SINDACO PONTECORVO ANSELMO ROTONDO
Pontecorvo città di pace e di accoglienza. Nella giornata di sabato arriveranno le prime persone in fuga dalla guerra e dalle bombe.
“C’è stata una straordinaria mobilitazione per far arrivare in Italia, a Pontecorvo, tre donne di cui una bambina che si sono ricongiunte con una parente Ucraina da anni residente a Pontecorvo. C’è stato chi ha messo a disposizione un piccolo appartamento, chi si occuperà di arredarla e noi ci faremo carico di tutto il resto, dai vestiti alle bollette fino agli alimenti. Pontecorvo si sta dimostrando città di accoglienza. Uniti, nell’ultima seduta, abbiamo detto no con un’unica mozione in consiglio comunale. È per stasera è in corso una mobilitazione generale per il sit-in della per la Pace e la Solidarietà. Un popolo quello pontecorvese, che nel 1943 subì un vile attacco nel giorno di mercato e di Ognissanti, conosce la guerra è la ripudia proprio come recita la nostra costituzione all’articolo 11”.
È quanto afferma il sindaco di Pontecorvo, Anselmo Rotondo in una nota diffusa in mattinata.
COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *