Museo del Saxofono: THE JAZZ RUSSELL & FRIENDS (5 settembre)

THE JAZZ RUSSELL & FRIENDS

Al Museo del Sax si torna a suonare! Sabato 5 settembre, alle ore 21:00 sono di scena i THE JAZZ RUSSELL & Friends, formazione capeggiata da Filippo Delogu, che ha l’ambizione di portare nel repertorio del jazz tradizionale l’approccio più libero del jazz contemporaneo. Componenti di sezioni ritmiche di rinomate band della scena swing e jazz mainstream italiana, i Jazz Russell cercano una voce unica con l’apporto di tutti gli strumenti e senza un solista in particolare, basandosi sull’affiatamento musicale e personale costruito in anni di collaborazioni comuni.

A seguire, il 12 settembre, sarà la volta del quartetto di Luca Velotti con lo spettacolo “Where the rainbow ends”. Il 19 settembre Alberto Botta & Friends daranno vita a  “… Una botta di swing” mentre, a conclusione del mese, chiuderanno la rassegna Alberto Laurenti e Nadia Natali, con il gruppo i TheRoma, bell’esibizione dedicata alla Città eterna “Roma che mi guardi”.

Gli eventi saranno gestiti ed organizzati nel pieno rispetto di tutte le normative anti-covid prevedendo un ingresso contingentato fino ad un massimo di 80 persone e la prenotazione obbligatoria con prevendita sul sito liveticket o chiamando i numeri +39 06 61697862 – +39 347 5374953.

Prima dell’inizio del primo concerto è prevista un’apericena d’intrattenimento.

Testo alternativo

Il Museo del Saxofono rappresenta un’eccellenza del territorio ed è l’unico museo, nel panorama internazionale, dedicato a questo strumento.

Un’esposizione di stupefacenti strumenti per districarsi nelle innumerevoli trasformazioni del saxofono ed incontrare i grandi capolavori delle fabbriche Conn, Selmer, King, Buescher, Martin, Buffet, Rampone, Borgani, etc… seguendo un connubio tra arte ed artigianalità, creatività e tradizione che dalla bottega dell’inventore Adolphe Sax giunge fino ad oggi. Questo e molto altro ancora in un autentico spazio della cultura musicale “saxy”.

Dal piccolissimo soprillo di 32cm al gigantesco contrabasso di 2mt, dal Grafton Plastic agli strumenti dell’inventore Adolphe Sax, dal mitico Conn O-Sax al Selmer CMelody di Rudy Wiedoeft, dal Jazzophone ai grandiosi Conn Artist, dai sax a coulisse ai saxorusofoni, dal tenore Selmer di Sonny Rollins all’Ophicleide.e molto altro ancora…

COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *