Londra, furgone sulla folla a Finsbury Park: almeno un morto e otto feriti

londra-attacco1

Torna la paura a Londra dove un furgone ha falciato diversi pedoni all’esterno di una moschea nei pressi di Finsbury Park, la notte scorsa provocando almeno un morto e otto feriti. L’uomo alla guida, un 48enne, è stato arrestato dalla polizia che, secondo quanto ha dichiarato la premier Theresa May, indaga sull’accaduto come «potenziale attacco terroristico».Il fatto è accaduto in Seven Sisters road, nei pressi di una moschea affollata per via del Ramadan. Numerose ambulanze sono accorse sul posto e l’intera area è stata isolata dalle forze dell’ordine.L’uomo che era alla guida del van è sceso dal veicolo ed è stato bloccato dai testimoni e catturato dalla polizia. «Grosso, fisicamente forte e chiaramente inglese». Così è stato descritto da un testimone intervistato dalla Bbc l’assalitore. Quando è stato affrontato dalla folla e tirato fuori dal van, pare abbia anche pronunciato frasi di sfida. «Io gli dicevo: «Ti rendi conto di quello che hai fatto? Perché?’ E lui rispondeva: “Uccidimi, uccidimi”».L’uomo, secondo quanto racconta un testimone, Abdulrahman Saleh Alamoudi, avrebbe urlato «ucciderò tutti i musulmani». «Questo grande furgone – ha raccontato il testimone – è piombato su tutti noi. Fortunatamente io sono riuscito a fuggire e un ragazzo è uscito dal furgone cercando di scappare a piedi». A quel punto Alamoudi con altre due persone sono riusciti a bloccarlo e trattenerlo fino all’arrivo della polizia. «Urlava “ucciderò tutti i musulmani, ucciderò tutti i musulmani”. E lanciava pugni. E quando siamo riusciti a metterlo a terra diceva: “Uccidetemi, uccidetemi”».

 

Foto e fonte Il Messaggero

facebooktwitter

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *