La Regione Lazio (PD) boccia se stessa e il comune di Isola del Liri (PD)

isola no fondi

Ennesima richiesta di finanziamento ed ennesima bocciatura da parte della Regione Lazio. Questa volta il bando riguardava appunto la possibilità di valorizzare, adeguare e promuovere particolari luoghi della regione Lazio con un’alta valenza culturale e turistica. ll progetto presentato dall’amministrazione di Isola del Liri prevedeva un adeguamento della LEFEBVRE per un importo complessivo di 300mila euro. Soldi che potevano dare una importante svolta ad complesso da troppi anni lasciato all’incuria ed al degrado. Ma “l’oste” ha portato il conto ed è stato un conto pesante: una bocciatura! Una bocciatura pesante appunto per una amministrazione che ha sempre puntato sul turismo e sulla cultura ed un’occasione persa per la città per valorizzare maggiormente il suo patrimonio. 《L’acquisto, la bonifica e la ristrutturazione dell’antica cartiera Lefebvre – dichiara l’ex sindaco Bruno Magliocchetti – furono cofinanziati dalla Regione Lazio nel 1996 per la realizzazione del Museo dell’Archeologia industriale e della Carta per un importo di circa 10 miliardi (circa 5 milioni di euro). La Regione Lazio (PD), rifiutando gli ulteriori finanziamenti per completare il più importante Museo italiano dell’Archeologia industriale e della Carta, boccia se stessa ed il Comune di Isola del Liri (PD) che rischia, a questo punto, di essere chiamato a restituire 5 milioni di euro》. Poi lancia un appello al gruppo consiliare di minoranza: 《Occorre convocare urgentemente il Consiglio comunale per discutere la scandalosa vicenda e per chiedere l’intervento del Governo e del Parlamento europeo. Ricordo che nella relazione della Commissione d’inchiesta europea c’è scritto: “La Commissione osserva inoltre che, a norma del regolamento (UE) n° 1303/2013 e conformemente al principio della gestione concorrente, la competenza per la gestione dei fondi strutturali e di investimento europei spetta alle autorità nazionali/regionali”》. La palla è stata lanciata ed ora passa al consigliere capogruppo di minoranza avv. Diego Mancini. Inoltrera’ la richiesta di convocazione del consiglio comunale per discutere “il caso” Ex Cartiera Lefebvre?
Luca Reale

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *