Isola del Liri – “Seminari di Archeologia e Storia Antica” visita ai siti archeologici di Tremoletto

IMG-20220412-WA0021

Sabato 9 aprile, il gruppo dell’Università Popolare di Sora ha fatto visita ai siti archeologici di Tremoletto. Prima di iniziare il percorso di visita, la dott.ssa Cerqua ha presentato i risultati degli scavi effettuati in questa zona dall’Università di Perugia, e il dott. Marco Germani, esperto in archeologia sperimentale, ha spiegato le tecniche di pesca preistoriche.

La manifestazione è collegata al ciclo di “Seminari di Archeologia e Storia Antica” organizzati dalla dott.ssa Manuela Cerqua, socio fondatore e membro del Comitato tecnico-scientifico dell’Università Popolare  di Sora.

Il primo incontro è stato tenuto dall’esimio prof. Italo Biddittu, precursore delle ricerche archeologiche e paleontologiche nel nostro territorio e scopritore del famoso “Argil”, il cranio umano fossile considerato il più antico in Italia e tra i più antichi d’Europa (circa 450 mila anni fa, Homo heidelbergensis). Il prof. Biddittu, nella sua appassionante lectio magistralis ha parlato, tra l’altro, delle sue ricerche ad Isola del Liri, nella zona di Tremoletto, Carnello e nella Grotta Milano. Si è trattato di due campagne di scavo effettuate nel primo decennio del XXI secolo che hanno riportato alla luce l’impianto di un villaggio preistorico che era stato già oggetto di studi da parte di Giustiniano Nicolucci, medico isolano precursore della moderna antropologia.

Il gruppo è stato quindi accolto dal Sindaco Massimiliano Quadrini che ha sottolineato l’importanza di queste iniziative in funzione della conoscenza del territorio e della valorizzazione delle risorse che l’Amministrazione sta portando avanti: “E’ stata una iniziativa accolta con grande entusiasmo dall’Amministrazione- ha dichiarato il Sindaco- la valorizzazione delle nostre bellezze storiche, naturalistiche ed artistiche passa prima di tutto dalla conoscenza e dalla divulgazione. Quando queste attività vengono svolte da persone molto qualificate ed esperte siamo davvero orgogliosi e contenti perché apportano un contributo notevole in termini di conoscenza e soprattutto di proposte di valorizzazione delle nostre bellezze. Un grazie particolare alla dott.ssa Cerqua, da sempre appassionata studiosa del nostro territorio, al prof. Biddittu che ha diretto magistralmente le ricerche negli anni passati, al prof. De Ritis dell’università popolare e a tutti gli appassionati, tecnici del settore o curiosi della storia di un territorio che è unico e travalica confini fisici o politici”.

Il gruppo ha potuto poi raggiungere l’area occupata dal sito dell’età del bronzo, ai piedi di Montemontano, prospiciente l’invaso e il corso del Fibreno, e la Grotta Milano, poco più a valle, dove è attestata la frequentazione dell’Homo di Neanderthal, nel corso del Paleolitico medio.

L’area del Tremoletto, importante monumento naturale decretato nel 2018 con atto del Presidente della Regione Lazio, presenta un notevole interesse dal punto di vista storico-archeologico, oltre che ambientale. La volontà espressa del Sindaco di rendere quest’area pienamente fruibile e attrattiva anche a livello turistico apre nuove prospettive per importanti progetti di valorizzazione.

COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *