Isola del Liri (FR) – M5S: non è Frusone o chicchessia che è abilitato a stabilire chi è o non è del movimento

bandiera-m5s

Nei giorni scorsi, sulla pagina Facebook “Isola del Liri 5 stelle”, il meet up isolano pubblicava un post con la seguente dicitura: <In bocca, al lupo “ai nostri candidati” alle comunali. Le risposte non saranno verbali ma saranno i fatti concreti. L’azione politica per il bene comune sarà la nostra missione. La nostra prima stella che tornerà a brillare sarà l’Acqua Pubblica. Fuori il profitto dall’acqua>. Poi in un commento dichiarano: 《Diceva Gramsci, avete imprigionato il mio corpo ma non le mie idee. Il M5S o i suoi ideali stanno dentro di noi non è Frusone o chicchessia che è abilitato a stabilire chi è o non è del M5S. “Nessuno ci ha espulso”. Forse sarebbe meglio guardare in casa propria che di problemi ne avete in abbondanza e non sapete che pesci prendere. Per pensare agli altri non trovate più la via di casa. Speriamo di essere stati esaustivi anche se per voi del PD capire l’ovvio e il buon senso è diventato sovrumano》. Facendo un passo indietro, in data 17 aprile 2019, si capisce il perché tirino in ballo l’on. Luca Frusone. Il portavoce del Movimento 5 stelle alla Camera dei Deputati, in merito alla notizia diffusa di una scesa in campo a sostegno di una lista civica di alcuni personaggi appartenenti al meet up isolano “de facto” riconducibile al Movimento 5 Stelle locale, dichiarava a mezzo stampa quanto segue: 《Diffidiamo categoricamente chiunque dall’uso improprio del nome Movimento 5 Stelle. I candidati che si trovano all’interno di liste che non sono del Movimento 5 stelle rappresentano solo loro stessi e non certo il Movimento 5 stelle》. Successivamente anche un altro esponente del Movimento 5 stelle eletto alla Camera dei Deputati on. Ilaria Fontana in data 10 maggio 2019 pubblicava sulla propria pagina Facebook le seguenti parole: 《DOVE NON SI PRESENTA, IL M5S NON APPOGGIA NESSUNO. È bene ribadirlo: nei comuni dove il M5S non si presenta non esiste nessun tipo di accordo con nessuna lista civica o altra forza politica, quindi nessuno è titolato a parlare e dare indicazioni di voto per conto del M5S. Nella provincia di Frosinone tre sono i comuni al voto con una lista del M5S: Cassino, Ceprano e Veroli. Liste formate da donne e uomini che con coraggio hanno scelto di metterci la faccia, il cuore e la testa. Diffidate dalle imitazioni!》. Qualcosa non quadra evidentemente perché il post in questione, pubblicato in data 11 maggio dal meet up “Isola del Liri 5 stelle”, contro ogni regolamento indica inequivocabilmente i tre candidati appartenenti al gruppo M5S locale che appoggiano una lista civica che si presenterà alle prossime amministrative del 26 maggio nella città delle cascate. Al netto dei fatti di cronaca riportati la domanda sorge spontanea: Perché, nonostante siano passati diversi giorni, non sono stati presi provvedimenti dai vertici a tutela dell’immagine del Movimento 5 Stelle come da diffida fatta a mezzo stampa dell’onorevole Frusone e dalle parole dichiarate sul social network dall’onorevole Ilaria Fontana? O la diffida era indirizzata alla stampa affinché non diffondesse notizie “provate” che possono danneggiare l’immagine degli attori che compongono i vertici del Movimento 5 Stelle e la loro evidente incapacità di prendere una netta decisione al riguardo? La frase simbolo di Gianroberto Casaleggio, il cofondatore del Movimento 5 stelle morto all’età di 61 anni, era la seguente: 《I partiti proveranno ad apparire come noi prima di scomparire》… nel caso di Isola del Liri invece questo pensiero-principio non sembra essere rispettato. Una metamorfosi che sembra più una non velata volontà di adeguarsi ai metodi usati da altri partiti e quindi un più semplificativo “apparire come loro” che nessuno, ai vertici, sembra voglia contrastare.
Luca Reale

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *