Il Presidente di UPI Lazio in audizione in commissione alla Camera dei deputati

Pompeo audizione Camera

Riordino della disciplina dei contratti pubblici e la necessità di una ripresa dell’economia sono il frutto di un impegno del Governo che prevede anche tra i principi e criteri direttivi, la ridefinizione e il rafforzamento della disciplina delle Stazioni Appaltanti.
Antonio Pompeo, in rappresentanza dell’UPI, esprime soddisfazione sui principi della delega e in particolare sul recepimento delle proposte avanzate da UPI sul monitoraggio dei processi di accorpamento e sulla specializzazione e formazione del personale, con particolare attenzione alle stazioni uniche appaltanti e alle centrali di committenza che operano al servizio degli enti locali
Per la piena realizzazione degli obiettivi previsti dalla riforma della disciplina dei contratti Pubblici non bastano le norme, – dichiara il Presidente della provincia di Frosinone e di UPI Lazio  Antonio Pompeo – occorre prevedere misure specifiche di rafforzamento della capacità amministrativa delle stazioni uniche appaltanti. Con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 43 del 28 dicembre 2015, la Provincia di Frosinone ha istituito il servizio di Stazione Unica Appaltante ai Comuni del territorio provinciale per l’espletamento e la gestione di gare per lavori, servizi e forniture dei Comuni non capoluogo ed eventuali altri enti – istituzione e Provvedimenti conseguenti, a cui aderiscono 45 Comuni ed enti del territorio.Lo strumento della Stazione Unica Appaltante è strategico per perseguire importanti risultati.
Nell’apprezzare le scelte compiute dal Governo e dal Parlamento, –conclude Pompeo- ci auspichiamo che il ddl di delega sia quanto prima approvato, in modo che si possa avviare un percorso condiviso per l’attuazione attraverso i decreti legislativi e l’attività della Cabina di regia sugli appalti costituita presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri che vede insieme il Governo con i rappresentati delle Regioni e delle Autonomie Locali.
COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *