Il M5S riparte da Pofi. Il maltempo non ferma gli oltre 120 attivisti della Ciociaria

pofi-5-1

pofi-5-2Oltre 120 delegati in rappresentanza di molti comuni e il supporto di un’intera rete di attivisti che si riappropriano del territorio. Con questi numeri lo scorso weekend nel comune ciociaro famoso per la coltivazione dei fiori, l’annunciata schiera di pentastellati si è ritrovata nella sala consiliare per un’inedita assemblea tanto critica quanto costruttiva per la discussione e l’approvazione del coordinamento provinciale dei meetup: iniziativa opportuna se non doverosa in un territorio da decenni sotto l’egida degli schieramenti di centrodestra e centrosinistra.Nulla di nuovo si dirà, eppure la presenza del deputato Luca Frusone, del consigliere regionale Loreto Marcelli e l’appoggio indiscusso dei parlamentari Enrica Segneri e Ilaria Fontana, non presenti all’evento per l’intenso lavoro, in queste ore di discussione e approvazione della manovra, ha segnato un duro cambio di marcia per il movimento e per la politica ciociara.Sono state ore di accesi confronti ma in un clima del tutto sereno e collaborativo con in testa soltanto un obiettivo: dare respiro ad una terra ricca di energie e risorse che fatica a stare al passo, ancorata a vecchie logiche partitiche che ne bloccano la rinascita. “Tutti e …INSIEME” ha subito dichiarato il consigliere Marcelli, vice presidente alla Regione della VII commissione – Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria, welfare. “C’è stata grande partecipazione a Pofi per la nascita della rete provinciale come Gruppo di Lavoro, accolta con entusiasmo e responsabilità dai gruppi del territorio – aggiunge -. Siamo uniti non solo dall’idea politica ma anche dalla volontà di condividere i problemi del territorio e le soluzioni per risolverli”. L’assemblea, organizzata dal meetup Pofi a 5 Stelle, è stata anche l’occasione per stendere un programma di incontri ed eventi che da qui al 2019 punti a rafforzare e consolidare la rete dell’intera provincia, quest’ultima oggetto di rielezione proprio in questi concitati giorni.

facebooktwitter

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *