I soci del GAL Castelli Romani e Monti Prenestini approvano il Bilancio consuntivo 2020

3be57f23-26b6-47e4-ad79-584470be9f91

Mercoledì 30 giugno i soci del GAL Castelli Romani e Monti Prenestini hanno approvato il Bilancio consuntivo 2020. Una riunione che si è svolta in videoconferenza e che ha visto i rappresentanti dei 14 comuni e gli altri soci presenti dare il via libera all’unanimità allo strumento finanziario. È stato anche il momento per fare il punto della situazione sul PSL (Piano di Sviluppo Locale) arrivato all’81% di avanzamento. A oggi sono stati impegnati infatti 3.388.673,49 euro sui 4.145.000 di fondi comunitari complessivi a disposizione per favorire lo sviluppo del territorio.

Durante l’assemblea è stata illustrata anche la grande risposta arrivata da parte di enti pubblici e privati, rispetto agli ultimi quattro bandi pubblicati e scaduti il 14 giugno.

“Sono particolarmente soddisfatto di come stanno andando le cose e colgo l’occasione per ringraziare le amministrazioni locali che ci stanno sostenendo – ha detto il presidente del GAL Stefano Bertuzzi – Abbiamo dimostrato di essere una macchina efficiente che deve continuare a lavorare con un orizzonte che va oltre la scadenza di questo PSL. Gli ultimi bandi hanno visto un gran numero di presentazione di progetti per una richiesta di fondi pari a 2 milioni e 200 mila euro a fronte di una dotazione di circa 800 mila euro. Per questo motivo, come avvenuto in passato, chiederemo alla Regione Lazio fondi aggiuntivi per poter finanziare tutti i progetti ammissibili”.

Il direttore tecnico Patrizia Di Fazio ha illustrato poi ai soci il lavoro e le sfide che attendono il GAL nei prossimi tempi.

“Ci troviamo in una fase in cui ci sono privati, comuni e altri enti che hanno già ottenuto l’atto di concessione e stanno realizzando i progetti che abbiamo finanziato, mentre altri sono in valutazione o in attesa del completamento della fase istruttoria – ha spiegato il direttore tecnico del GAL – Adesso inizia una nuova fase in cui i progetti inizieranno a concretizzarsi e noi vogliamo raccontarli al territorio”.

COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *