Festival Bomboklat Pofi 2022

Bombo4 POFI

Dopo due anni di assenza a causa della pandemia, torna BOMBOKLAT FESTIVAL! Tre giorni di Musica, Arte e Cultura, immersi nel verde della Ciociaria.

 Un evento molto atteso che in passato ha richiamato nel grazioso paese ciociaro numerosi amanti della musica di qualità. Un evento che oltre a voler garantire momenti di svago e di divertimento e ovviamente buona musica, vuole anche valorizzare un territorio ricco di natura, cultura, storia, arte e gastronomia. 

 All’interno del Festival nella tre giorni vi saranno: – Main Stage – Sound System Area – Food&drink – zone relax – mercatini – animazione & laboratori per bambini – esposizioni, estemporanee, video arte.  

Già confermati i primi nomi della line up:  

Venerdì 8 luglio, Panda Dub (Francia) producer electro Dub francese. 

Sabato 9 Luglio, Mellow Mood (Italia) band Reggae di caratura internazionale. 

Domenica 10 Luglio, Il Muro del Canto (Italia) band romana, voce popolare senza tempo.  

A completare la line up:  

Paolo Baldini Dub files, Awa Fall,  Pakkia creW, Emilio Stella, Dubass Sound System, Ernest Powell.  

Quindi ancora una volta grandi nomi allo stato Giacinto Ricci di Pofi, cittadina ciociara diventata punto di riferimento dell’intera provincia e regione per quanto riguarda musica, cultura e turismo. E a circa due mesi dall’evento sono state già molte le prenotazioni nelle strutture alberghiere locali e limitrofe del pubblico proveniente da varie zone d’Italia.  

“Il nostro obiettivo principale – dichiara il presidente Daniele Corrado Marchetti – è creare una rete sociale, culturale e collettiva, che possa trasformare la Ciociaria e appunto Pofi in una zona strategica per il turismo, creando connessioni e scambi territoriali e culturali con persone che vengono da ogni zona d’Italia, per far conoscere, visitare e amare il nostro territorio. E ovviamente la musica è il miglior volano per raggiungere questo nostro ambizioso obiettivo. Divertimento, buona musica e promozione sociale e del territorio possono anzi debbono camminare sulla stessa strada”. 

COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *