False certificazioni per ottenere “Buoni Spesa”: denunciate madre e figlia

carabinieri009

Nella giornata di ieri, in Pastena, personale del Comando Stazione Carabinieri di Pico, a conclusione di specifica attività info-investigativa, deferiva in stato di libertà, alla competente A.G. due donne del luogo,  una 52enne ed una 30enne, rispettivamente madre e figlia, poiché resesi responsabili “in concorso tra loro del reato di tentata indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato”.Nello specifico, le indagini svolte dai militari operanti, consentivano di accertare che le due donne autocertificavano falsamente di appartenere a due nuclei familiari diversi, con l’intento di ottenere, dal Comune di Pastena, la consegna di “Buoni Spesa” come aiuto economico pubblico destinato alle famiglie che, a causa dell’emergenza “COVID 19”, attraversano uno stato di “difficoltà finanziaria”.
COMUNICATO STAMPA – FOTO ARCHIVIO

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *