Dieta, è boom di acque “saporite”: depurano il fegato e aiutano la digestione. Ecco cosa sono

acqua depura...

Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando Nanni Moretti in “Caro diario” nel 1993 consigliava di bere un bicchiere d’acqua appena svegli a stomaco vuoto («dicono che fa bene»). Da lì si è passati negli anni Duemila all’acqua calda, meglio se tiepida ma con l’aggiunta del limone: depura il fegato, migliora la digestione e aiuta la regolarità intestinale. Un modo naturale per purificare gli organi interni e prepararti ad iniziare bene la giornata.Nell’estate 2020 ha preso piede un altro ingrediente: invece del limone si beve l’aceto di mele. Su Instagram a consigliarne l’uso tra le tante ci sono Daniela Collu (su Instagram è @stazzitta) e l’art director e coreografa Roberta Pitrone (nota anche per essere stata la compagna di Alessandro Borghi) che ne hanno fatto una regola di vita invitando i propri followers a depurarsi con metodo e regolarità.Ma c’è di più: il microdrink waterdrop. Si tratta di un piccolo cubetto, con all’interno estratti di frutta, piante e vitamine, che arricchisce e insaporisce l’acqua. Si può scegliere tra Açaí dal Brasile, il ginseng asiatico, la Moringa dall’India e il baobab africano. Ideato nel 2016 da Martin Murray, Christoph Hermann e Henry Wieser, arriva da Vienna ed è apprezzato dalle attrici Diana Del Bufalo e Ludovica Martino.

foto e fonte ilmessaggero.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *