Covid, donna morta contagiata da due diverse varianti: «Infettata da persone differenti»

coronavirus covid-19

Una novantenne in Belgio è stata infettata contemporaneamente da due varianti di coronavirus, quella Britannica (Alfa) e quella Sudafricana (Beta), che ne hanno determinato la morte. È quanto riportato in un Case Report che sarà presentato al Congresso Europeo della Clinical Microbiology & Infectious Diseases (ECCMID).Nel marzo scorso la donna era stata ricoverata in seguito a delle cadute e al momento del ricovero era risultata positiva al tampone. Inizialmente in buone condizioni, la donna nel giro di pochi giorni si è aggravata e non è riuscita a sopravvivere all’infezione. Quando gli esperti hanno esaminato il coronavirus presente nei tamponi della paziente deceduta, si sono accorti della contemporanea presenza delle due varianti alfa e beta del virus.«Questo è uno dei primi casi documentati di co-infezione con due variant del SARS-CoV-2 che destano preoccupazione», riferisce l’autore principale del lavoro Anne Vankeerberghen dell’ospedale belga OLV Hospital presso Aalst. «Entrambe queste varianti stavano circolando in Belgio al momento dell’infezione della paziente, quindi è verosimile che la donna sia stata infettata con i due differenti virus da due individui distinti. Sfortunatamente non sappiamo come si sia infettata». Di certo, però, concludono gli autori del lavoro, questo caso rende evidente la necessità di sequenziare quando possibile il genoma del coronavirus nei tamponi positivi, per stabilire se i soggetti infettati abbiano una sola infezione o una co-infezione contemporanea con due varianti.

Fonte Leggo foto web

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *