Cori (LT) – Sabato e domenica a Cori L’ARTE INCONTRA IL COSTUME

arte costume cori

Si chiama L’ARTE INCONTRA IL COSTUME la mostra che sarà inaugurata sabato 30 novembre alle 16.30 (visitabile fino alle 19) e resterà aperta anche domenica (ore 10 – 19) nella chiesa del SS Salvatore a Cori. Ben 30 costumi del Carosello Storico dei Rioni saranno esposti nei due giorni. Saranno tutti costumi indossati da priore, dal 1998 al 2018. Dunque, venti anni di storia del Carosello Storico in mostra e, per di più, in un luogo particolare: l’antica chiesa del SS Salvatore, risalente al XVI secolo – situata nel cuore del centro storico, adiacente gli splendidi resti del tempio dei Dioscuri (I sec a.C.) e l’area di quello che fu il foro dell’antica Cora -, che sarà eccezionalmente aperta per questa occasione.

Si tratterà di un evento per così dire corale, organizzato dall’Ente Carosello Storico dei Rioni ma  frutto del contributo della comunità corese, così legata alla tradizione del Carosello: i preziosi abiti protagonisti della mostra sono infatti tutti di proprietà, ciascuno del valore di diverse migliaia di euro, e saranno le priore che li hanno fatti cucire e che li hanno indossati a portarli in chiesa e a metterli a disposizione per l’allestimento, che sarà curato da Luana Milita.

L’ARTE INCONTRA IL COSTUME proprio perché l’arte, cioè la chiesa con il suo patrimonio artistico, si apre per accogliere la rappresentazione di un’epoca. “L’idea della mostra – dicono gli organizzatori – nasce dalla volontà di valorizzare il patrimonio di costumi delle priore e, nel contempo, un patrimonio artistico e culturale quale è la chiesa del SS Salvatore. Dunque, il tessuto si fonderà con l’architettura: elementi colorati, preziosi e ben definiti come i costumi troveranno la loro collocazione in uno spazio altrettanto prezioso, ma bisognoso di intervento per rispristinarne a pieno l’antica bellezza”.

La mostra sarà infatti occasione per raccogliere fondi per il restauro e la conservazione del patrimonio della chiesa del SS Salvatore e chi vorrà potrà fare una donazione. Lo slogan alla base dell’iniziativa recita: “Se vogliamo lasciare qualcosa nel nostro futuro, diamo un aiuto per conservarlo”.

COMUNICATO STAMPA

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *