Codici Frosinone , grande partecipazione al forum sulla Bigenitorialità e diritti dei papà del nuovo ddl Pillon

convegno-codici-fr

Grande partecipazione all’evento organizzato da Codici Frosinone in collaborazione con Il Movimento Forense e patrocinato dalla Provincia di Frosinone e dall’Ordine degli Avvocati di Frosinone sulla Bigenitorialità e diritti dei papà come prospettato dal nuovo ddl Pillon. Un dibattito interessante all’interno di Palazzo Iacobucci su un tema scottante che riguarda le sempre più numerose coppie separate o divorziate che devono gestire i propri figli minorenni. Nel corso del forum è stato spiegata la proposta di legge per modificare le norme sull’affido che prevede una “bigenitorialità perfetta”, ossia la divisione a metà del tempo passato dai figli con uno e l’altro genitori; mantenimento diretto senza automatismi; contrasto all’alienazione parentale. Cardine del disegno di legge Pillon è l’introduzione della mediazione familiare obbligatoria. L’articolo 7 stabilisce per le coppie con figli che decidono di separarsi il ricorso obbligatorio a un mediatore che li aiuti a trovare un accordo nell’interesse dei minori. L’articolo 10 invece prevede che, in caso di separazione consensuale, i genitori di figli minori debbano indicare nel ricorso un “piano genitoriale concordato”. L’articolo 11 stabilisce che “indipendentemente dai rapporti intercorrenti tra i due genitori”, il minore “nel proprio esclusivo interesse morale e materiale, ha il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuato con il padre e con la madre mentre nell’articolo 17 si stabilisce che il giudice possa adottare provvedimenti “nell’esclusivo interesse del minore anche quando – pur in assenza di evidenti condotte di uno dei genitori – il figlio minore manifesti comunque rifiuto, alienazione o estraniazione con riguardo ad uno di essi. Non sono mancate le polemiche, il ddl Pillon è stato accusato da più parti di essere “maschilista”, mancando nella tutela dei diritti dei minori e soprattutto delle donne in situazioni di abusi e violenza. Un tema dunque più che mai attuale sul quale l’Associazione Codici ha da sempre è attiva: “Attendiamo che il ddl vada in porto – spiega il Segretario Provinciale Avv. Giammarco Florenzani – perché sarebbe un primo passo verso i diritti dei papà separati che offre soprattutto al figlio il diritto di poter godere dell’affetto paterno”.

facebooktwitter

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *