Cisterna di Latina, lotta alle discariche abusive

Polizia_Locale_Cisterna_rifiuti_abbandonati
Sanzioni fino a 600 euro. Intensificati i controlli della Polizia Locale. Capuzzo: “Lo smaltimento è un costo per i cittadini rispettosi dell’ambiente e regole”.
Continuano i controlli della Polizia Locale sull’abbandono incontrollato dei rifiuti e sul loro conferimento errato.
Sono stati rilevati, infatti, diversi casi di abbandono di rifiuti in aree periferiche della città con l’individuazione dei responsabili.
Particolare preoccupazione ha destato un’area posta a ridosso della statale Pontinia, proprio sul confine tra i comuni di Cisterna e Latina sulla quale, nel tempo, sono stati abbandonati rifiuti di vario genere.
A seguito delle diverse segnalazione dei cittadini, la Polizia Locale ha condotto una serie di controlli anche attraverso sistemi mobili di videosorveglianza, le cosiddette fototrappole, e l’analisi dei rifiuti, che ha portato all’individuazione dei responsabili. Per loro sono state elevate sanzioni fino a 600 euro, a seconda della gravità del reato commesso.
“L’abbandono dei rifiuti – afferma il delegato all’Ambiente, Marco Capuzzo – è una condotta che mostra grande inciviltà sia verso il nostro territorio che per il fatto che mettiamo a disposizione il servizio di ritiro gratuito degli ingombranti differenziati presso le abitazioni dei cittadini che ne fanno richiesta.
Il costo sociale di simili comportamenti è elevato: dalle spese per la bonifica a maggiori oneri per lo smaltimento a carico dell’intera comunità.
Quello che più meraviglia è che, in alcuni casi, i responsabili dell’abbandono sono risultati essere vicini al centro di raccolta dei rifiuti; quindi, inspiegabilmente, invece di avvalersi dei servizi messi a disposizione, hanno preferito abbandonare i rifiuti in aperta campagna”.
L’azione di controllo della Polizia Locale proseguirà e verrà intensificata in concomitanza con le imminenti festività per garantire l’igiene e decoro del territorio e punire chi tenta di trasformarlo in una discarica a cielo aperto.
COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *