Ceccano – Sosta a pagamento, minoranza: “ulteriore salasso per i cittadini”

CONSIGLIERI OPPOSIZIONE CECCANO

Il consiglio comunale che si è tenuto lo scorso 7 marzo, richiesto dai consiglieri comunali di minoranza con urgenza, ha evidenziato le criticità del provvedimento che prevede l’esternalizzazione della gestione della sosta a pagamento per i 736 parcheggi previsti nel piano. È stato stimato in previsione, per la ditta affidataria, un introito di 2.190.000 euro in 6 anni mentre solo circa 300.000 euro andranno nelle casse comunali; ciò vuol dire che i cittadini ceccanesi pagheranno di tasca propria più di due milioni di euro che andranno, in gran parte, alla società che gestirà il servizio.

Tale decisione, concretizzatasi con le delibere n.15 del 21-01-2022 e n. 54 del 4-03-2022, rappresenta, di fatto, una nuova ‘tassa’ comunale.

Tutti i consiglieri di maggioranza, ad esclusione degli assenti, e tutti gli assessori comunali, durante il Consiglio comunale, si sono dichiarati favorevoli non considerando la proposta avanzata dai consiglieri di minoranza di sospendere i provvedimenti e di discuterne in  commissione al fine di trovare una soluzione più adeguata. Abbiamo portato avanti un’azione compatta e coordinata per scongiurare un ulteriore ‘salasso’ per i nostri concittadini.

Non sono state giudicate rilevanti le osservazioni dell’opposizione volte ad evidenziare l’assurdità dell’installazione dei parcheggi a pagamento su gran parte del territorio comunale inclusi i piazzali, tra cui piazzale della stazione ferroviaria e quelli adiacenti i plessi scolastici. Misure che andranno a colpire pesantemente i pendolari che ogni giorno sono costretti a prendere il treno per motivi lavorativi o di studio, i lavoratori dipendenti delle scuole e del Comune stesso oltre ai residenti del centro storico.

Cosa ancor più grave è che non siano state prese in considerazione le oltre 1000 firme

raccolte finora. Firme che rappresentano i tanti cittadini che hanno lanciato un appello a questa amministrazione e che sono stati completamente ignorati dimostrando lo scarso rispetto di Caligiore e dei rappresentanti della maggioranza nei confronti della cittadinanza. Il Sindaco ed il vicesindaco Aceto hanno, peraltro, affermato che i cittadini dovranno abituarsi e digerire questa novità in quanto la proposta era presente nel loro programma elettorale.

I consiglieri comunali Marco Corsi, Mariangela De Santis, Emiliano Di Pofi, Emanuela Piroli, Andrea Querqui.

COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *