Ceccano (FR) – Sanita, Piroli: “Riattivare una degenza ospedaliera no Covid all’ospedale Santa Maria della Pietà”

Emanuela Piroli Ceccano

In tema di Sanità abbiamo promesso una battaglia per potenziare la struttura sanitaria di Ceccano, ex ospedale Santa Maria della Pietà, chiuso dalla giunta Regionale Polverini, ora presidio territoriale, precisamente Casa della Salute dal dicembre 2017. Pur non avendo vinto le elezioni, perseguiremo l’obiettivo, anche alla luce del completo disinteresse della maggioranza. In questo periodo, in cui la curva epidemiologica sta crescendo e gli ospedali del territorio rischiano di non poter fronteggiare un aumento di casi, avanziamo nuovamente una proposta già fatta durante la prima fase dell’emergenza sanitaria. Se in quel caso avevamo chiesto di riattivare l’ospedale di Ceccano in maniera preventiva, per prepararci al “peggio”, oggi torniamo sul tema, in questa seconda fase, essendo coscienti di essere nel pieno dell’emergenza.
Già nel mese di marzo avevamo sollecitato le istituzioni affinché si facesse un sopralluogo presso la nostra struttura, ma non abbiamo ricevuto ascolto. Quindi ci riproviamo. Abbiamo di nuovo provveduto a segnalare la possibilità a tutti gli interessati, Ministero, Regione, Asl, Prefetto e Sindaco, sperando  che in questa occasione ci sia un positivo riscontro. La nostra proposta è quella di valutare la  riattivazione di una degenza ospedaliera no Covid, nella struttura sanitaria di Ceccano, in supporto agli altri nosocomi attivi, nella gestione della emergenza sanitaria in corso. L’ospedale “Spaziani” è di nuovo diventato centro Covid e le notizie che arrivano mostrano grandi difficoltà, così i presidi di Alatri, Sora e Cassino stanno gestendo, con molta fatica, gli altri malati.
I dieci anni di tagli alla Sanità, con la perdita di 70 mila posti letto e  la chiusura di circa 350 reparti, in questa emergenza si stanno palesando con un sistema sanitario allo stremo, anche nella nostra provincia, per questo chiediamo che adesso ci sia un intervento serio per migliorare la situazione sul nostro territorio, prendendo in considerazione il potenziamento di strutture territoriali e la riconversione, in parte, in reparti ospedalieri. In questo contesto si colloca la struttura di Ceccano, che sarebbe pronta ad ospitare almeno un reparto di degenza, funzionale a decongestionare gli altri ospedali e a garantire una copertura sanitaria adeguata a tutta la cittadinanza.
Comunicato stampa a firma del Coordinamento politico “Il Coraggio di Cambiare”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *