Carabinieri salvano una persona che aveva tentato il suicidio

carabinieri 4 web

I CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI ALATRI SONO RIUSCITI A SALVARE LA VITA DI UN UOMO DEL POSTO CHE AVEVA POSTO IN ESSERE LA SUA IMPICCAGIONE NEL PIAZZALE ANTISTANTE LA PROPRIA ABITAZIONE.

TUTTO E’ SUCCESSO NELLA SERATA DI IERI, QUANDO UN 45ENNE DI ALATRI, SOTTOPOSTO ALLA DETENZIONE DOMICILIARE PRESSO LA PROPRIA ABITAZIONE PER DELITTI CONTRO L’ASSISTENZA FAMILIARE, CHIAMA LA CENTRALE OPERATIVA DELLA COMPAGNIA CARABINIERI DI ALATRI, MANIFESTANDO ALL’OPERATORE DI TURNO LA VOLONTA’ DI VOLERSI SUICIDARE.

IL MILITARE, CAPITA LA GRAVITA’ DELLA SITUAZIONE ED INTUENDO ANCHE CHE NON SI TRATTAVA DI UNA ESAGERATA MANIFESTAZIONE D’INTENTI, MENTRE INTRATTENEVA E RASSICURAVA L’UOMO PROTRAENDO A LUNGO LA TELEFONATA, INVIAVA PRONTAMENTE PERSONALE DEL NUCLEO RADIOMOBILE DI PATTUGLIA PRESSO L’ABITAZIONE DELLO STESSO.

I MILITARI INTERVENUTI CELERMENTE PRESSO L’ABITAZIONE DELLO STESSO, TROVAVANO L’UOMO IMPICCATO CON LA CORDA LEGATA AD UN PALO DELLA RECINZIONE ESTERNA DELL’ABITAZIONE A CIRCA 60 CM DA TERRA.

DOPO AVER IMMEDIATAMENTE ED INSIEME SOLLEVAVATO IL CORPO DELL’UOMO E TAGLIATO LA CORDA CON CUI SI ERA IMPICCATO, POICHE’ NON DAVA SEGNI DI VITA E AVEVA IL VOLTO CIANOTICO, SENZA ESUTAZIONE, UNO DEI DUE MILITARI INZIAVA AD EFFETTUARE UN MASSAGGIO CARDIACO CON MANOVRE BLS, CHE DOPO ALCUNI MINUTI SORTIVA L’EFFETTO SPERATO FACENDO RIPRENDERE I SENSI ALL’UOMO.

SUCCESSIVAMENTE INTZERVENIVA SUL POSTO PERSONALE DEL 118 CHIAMATO DAI MILITARI OPERANTI CHE TRASPORTAVA L’UOMO PRESSO L’OSPEDALE SPAZIANI DI FROSINONE, OVE TROVASI TUTTORA RICOVERATO.

Comunicato stampa – foto archivio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *