Calcio / Pordenone-Frosinone 0-2, Ciociari in finale grazie a Ciano e Novakovich

IMG-20200813-WA0003

Colpo grosso del Frosinone. Contro ogni pronostico ribalta il risultato di andata della semifinale playoff e batte con un secco 0-2 il Pordenone. Gli uomini guidati da mister Alessandro Nesta centrano così al Nereo Rocco il pass per la Finalissima e domenica 16 Agosto (gara di andata) – con calcio di inizio alle ore 21 – si giocherà l’ultimo posto disponibile per la corsa alla Serie A. La gara di ritorno è fissata per Giovedi 20 Agosto. Nella partita di andata della semifinale il Pordenone si era imposto al Benito Stirpe vincendo per 1 a 0 con un gol di Tremolada complicando i piani di Nesta e strozzando la speranza dei tifosi canarini ma questa sera, il valore degli uomini scesi in campo, è prevalso su tutto e, buttando il cuore oltre l’ostacolo, hanno dimostrando che tutto è ancora possibile. Restano quindi ancora 180 minuti da giocare e da vivere per coronare il sogno che vale una intera stagione per centrare l’obiettivo prefissato ad inizio campionato dal presidente Stirpe. Non sarà una gara semplice quella che i giallazzurri andranno ad affrontare domenica, ci sarà uno Spezia in ottima forma fisica che ieri vincendo 3-1 ha ribaltato la sconfitta dell’andata (2-0) subita al Bentegodi contro il Chievo ma il Frosinone di questa sera, determinato, compatto e con un bel gioco, certamente troverà i giusti stimoli per dare il 100% delle sue potenzialità.
Squadre praticamente confermate rispetto alle ipotesi della vigilia. Nesta con Ciano e non Dionisi e un modulo comunque equilibrato nonostante l’obbligo di segnare due reti. Il Frosinone ha iniziato con un pizzico di timore, ma presto ha riguadagnato campo e consapevolezza delle proprie qualità. Al 7′ ci ha pensato Ciano a dare speranza ai suoi con un bellissimo gol di sinistro, Haas muove palla dai 25 metri, allarga sulla sinistra per Beghetto che con mestiere crossa basso al centro dell’area per Ciano che di piatto infila in rete per l’ 1-0. Il Pordenone accusa il colpo ed il Frosinone approfitta del momento di incertezza degli uomini di Tesser. Passano soli 8 minuti e Novakovich riceva palla da posizione defilata, la colpisce di petto per Rohden che trova il filtrante giusto per lo statunitense che, con freddezza nel momento più importante della stagione, trova un tiro potente ed angolato che incenerisce l’estremo difensore Di Gregorio. Novakovich, uomo partita, ribalta quindi la situazione segnando il secondo gol utile per il passaggio del turno. Il Pordenone accusa il colpo e non riesce a rendersi pericoloso dalle parti di Bardi per tutto il primo tempo.
Nella ripresa, con il passare dei minuti, la musica cambia. Il Pordenone guadagna campo e crea occasioni. Due volte di testa Bocalon è andato vicino al gol mentre la squadra di Nesta ha agito prevalentemente di rimessa. I friulani tentano il tutto per tutto, addirittura negli ultimi 20 minuti mister Tesser manda in campo quattro punte. Ma a blindare la porta ci ha pensato un ottimo Bardi che si è superato in un paio di circostanze vanificando ogni speranza dei padroni di casa che hanno provato fino alla fine a segnare il gol che sarebbe valsa la qualificazione ma il Frosinone ha saputo difendersi con sacrificio e convinzione portando a casa il meritato 2-0.

P.L.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *