Boville Ernica, il Consiglio approva il rendiconto 2020: bilancio sano con buona liquidità di cassa

enzo-perciballi

Il Bilancio del Comune di Boville Ernica torna ad essere in buone condizioni. Cancellati debiti e crediti inesigibili per circa 1milione e 100mila euro. L’opera di pulizia continua con l’obiettivo di arrivare il prima possibile ad avere un documento contabile sempre più rispondente alla realtà, a differenza di quanto troppo spesso accaduto in passato.

A illustrare i risultati raggiunti con il Rendiconto della gestione per l’esercizio finanziario 2020, venerdì scorso davanti al Consiglio comunale, sono stati l’assessore al ramo Rocco Picarazzi e il sindaco Enzo Perciballi. Hanno spiegato: “Migliora anche la cassa, che per il 2020 ha visto un’entrata di circa 1milione di euro senza andare in sofferenza. Ora riusciamo a pagare i fornitori entro 28 giorni”.

CANCELLATI RESIDUI PER OLTRE UN MILIONE DI EURO

Nel corso del rendiconto 2020 – ha spiegato al Consiglio l’assessore Picarazzi – c’è stata una verifica puntuale e corretta (che continuerà anche nei prossimi anni) di tutte le poste in entrata che ha reso possibile cancellare crediti che non avevano ragione di esistere. Le entrate sono state ridotte di 850 mila euro e le uscite di 250 mila. È emerso che in passato erano stati assunti più debiti di quelli realmente contratti. Nell’anno 2020 siamo comunque riusciti ad assorbire il disavanzo derivato dalle cancellazioni anzi, il rendiconto ha avuto un miglioramento rispetto all’esercizio precedente”.

PUNTUALITÀ NEI PAGAMENTI

Il Comune gode di un’ottima liquidità perché – spiega meglio Picarazzi, sempre riferendosi alla gestione 2020 – parte da una cassa di 77 mila euro e chiude a fine anno con 1milione e 700mila euro. Siamo stati in grado di produrre entrate per circa 1milione di euro senza andare in sofferenza nei pagamenti, che anzi riesce ad effettuare entro 28 giorni. L’andamento delle competenze è molto positivo: incassiamo circa 5 milioni e 600 mila euro ma ne spendiamo 4milioni e 900 mila, rimanendo così un equilibrio di circa 514mila euro. Questo significa che c’è una buona attività di gestione, che sicuramente può e deve migliorare e che viene confermata anche per il 2021: la cassa è abbondantemente sopra il milione e mezzo di euro senza contrarre mai debiti verso i fornitori”.

TROPPI I RESIDUI CHE VENGONO DAL PASSATO

Una massa di residui attivi molto pesante, circa 6milioni, per gli anni 2019 e precedenti, a fronte di soli 2milioni di debiti”. Si tratta di “una forte esposizione creditizia verso i nostri concittadini e verso le amministrazioni pubbliche – ha concluso l’assessore al Bilancio – tutta da verificare perché c’è uno squilibrio, fra quanto dovremmo incassare e quanto dovremmo pagare, di circa 3milioni di euro. Nei prossimi anni dovremo vedere se questi 6milioni abbiano ancora ragione di esistere”.

Il sindaco Perciballi ha espresso viva soddisfazione per il risultato raggiunto che finalmente “ci permetterà di amministrare con più tranquillità e di liberare risorse utili a fornire servizi ai cittadini”.

COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *