Atina (FR) – Controlli contenimento contagio Covid-19: i risultati

carabinieri foto web 2

Continuano i servizi predisposti per il controllo del territorio al fine di verificare la corretta osservanza delle disposizioni per il contenimento del contagio da Covid-19.In tale ambito, venivano elevate sanzioni amministrative per il mancato rispetto delle “misure urgenti atte a fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19” e dall’ordinanza della Regione Lazio d’intesa con il Ministero della Salute del 21 ottobre.In tale contesto sono stati conseguiti i seguenti risultati:

–       i militari della Stazione Carabinieri di Atina, elevavano una contravvenzione di euro 400 nei confronti di una 48enne, barista, intenta a svolgere l’attività presso un’ esercizio commerciale della zona, in quanto violava gli orari imposti dall’art. 1 punto 9 del DPCM del 24 ott. 2020. L’attività commerciale veniva chiusa temporaneamente per la durata di giorni 5, come previsto dalle norme attualmente in vigore;

–       sempre i militari della Stazione di Atina, a seguito di controllo alla circolazione stradale, provvedevano a sanzionare tre persone, tutte già censite per reati contro il patrimonio e la persona, in quanto viaggiavano a bordo di una utilitaria non essendo appartenenti al medesimo nucleo familiare, in violazione alle norme anti Covid, per non aver mantenuto la prevista distanza interpersonale. Ai prevenuti veniva pertanto contestata la violazione della sanzione pecuniaria di euro 373,34 così come previsto.

–    sempre in Atina, i militari della locale Stazione Carabinieri davano esecuzione all’Ordinanza dell’applicazione della sanzione sostitutiva della “permanenza domiciliare”, emessa dall’Ufficio di Sorveglianza di Frosinone, su richiesta del Giudice di Pace di Sora, sottoponendo alla suddetta misura un 64enne del luogo, poiché condannato nel 2010 al pagamento di una multa di euro 1.500 per il mancato versamento di rate di natura fiscale, debito che nel termine decennale non provvedeva ad estinguere.

Il prevenuto dovrà permanere presso il suo domicilio nei giorni di sabato e domenica per la durata di giorni 60;

–    i militari della Stazione Carabinieri di Sant’Apollinare, deferivano in stato di liberta’ un 48enne cassinate, già censito per reati contro il patrimonio, per “violazione colposa di doveri inerenti alla custodia di cose sottoposte a sequestro”.

Il suddetto, in qualità di custode giudiziario di una utilitaria sottoposta a sequestro amministrativo nel mese di luglio 2019 dai militari e successivamente confiscata con provvedimento della Prefettura di Frosinone lo scorso mese di aprile, cedeva il veicolo in rottamazione, sottraendolo cosi’  alla disponibilità dello Stato.

COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *