Arpino (FR) – Strada chiusa senza preavviso e segnaletica, raffica di proteste

IMG_20201017_181341

Pesanti disagi per decine e decine di automobilisti per tutta la giornata di oggi. Chiunque avesse imboccato la provinciale Tulliana per raggiungere Isola del Liri ha dovuto fare marcia indietro e percorrere strade alternative. In corso (oggi e domani) c’è la Cronoscalata Poggio – Vallefredda. E proprio in quest’ultima località in territorio di Arpino è stato predisposto lo sbarramento ‘presidiato’ da un volontario. Nessun avviso due chilometri prima, cioè in località Girone oppure per via Amendola. Nessun agente della Polizia Locale a governare la viabilità, pare anche nessuna ordinanza (all’albo del Comune di Arpino non c’è). A monte di Vallefredda, cioè in zona Abate, è stata notata una transetta con un segnale di divieto di accesso ed un foglio A4 volante affisso sopra. Nessuna intestazione, nessun timbro o firma. Si fa riferimento ad un’ordinanza, la n.72 del 2020 ma non si sa da quale ente provenga.
Insomma, se a Isola Liri (da via Ospedale) hanno dirottato il traffico per Arpino verso Carnello, con tanto di transenna e ordinanza, nella città di Cicerone è raffica di proteste, corredate da foto e filmati. Ne riportiamo un paio, quelle che si possono riportare: ‘Il Comune è allo sbando totale – lamenta un automobilista – nemmeno due segnali riescono a mettere. Che vergogna. E non è nemmeno la prima volta che capita’.
In effetti ad Arpino sono abbonati a queste pessime figure e nel mirino la gente inquadra gli amministratori comunali, chiedendosi se le leggi sono state rispettate, se non siano stati commessi abusi.
‘Non c’è nessun avviso – aggiunge un altro di quelli incappati nel ‘posto di blocco’ – Sono arrivato allo sbarramento ed ho dovuto fare marcia indietro semplicemente perchè nessuno si è degnato di installare un’indicazione due chilometri prima. Se non sono capaci perchè non se ne vanno a casa. Ma quale città della cultura, qui c’è solo la cultura dell’improvvisazione, della superficialità e delle chiacchiere’.
Lu

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *