Arpino (FR) – Parco Sangermano chiuso per tutti tranne…

parco san germano arpino

Il consigliere Mauro Iafrate rimette il dito in una delle tante piaghe che affliggono il paese. Lo fa con un’interrogazione presentata al sindaco Rea (per conoscenza inviata anche ai carabinieri) circa la chiusura del Parco secolare di Palazzo Sangermano. Il capogruppo di Forza Italia intende conoscere i motivi per cui l’area verde attrezzata è sbarrata da due anni e fra le ragioni che ispirano la sua iniziativa c’è soprattutto la sicurezza del Parco. Allo stesso tempo Iafrate chiede di sapere se ci sono atti formali del Comune tramite i quali l’area pubblica destinata alle famiglie ed ai bambini soprattutto è stata chiusa.
In effetti i dubbi sono più che ragionevoli. Almeno stando al generico avviso che compare sul cancello del Parco privo di riferimenti.
Iafrate non lo dice, ma è chiaro che l’interrogazione è stata generata dalla preannunciata manifestazione musicale, fra le più rinomate del territorio, che presto dovrebbe tenersi proprio nel sito pubblico. Sito che evidentemente è stato messo in condizioni di sicurezza tali da consentire l’afflusso di centinaia e centinaia di giovani, come le precedenti edizioni dimostrano. E se davvero il parco è sicuro, quando sono stati realizzati i lavori? Chi li ha eseguiti? Con quale atto e con quali fondi sono stati disposti? Ed ancora ci sono tutte le autorizzazioni previste? E soprattutto, dopo la manifestazione il Parco tornerà a disposizione delle famiglie e dei bambini? Domande cui andrebbero fornite risposte convincenti da parte degli amministratori comunali, sempre se quest’ultimi non considerino la trasparenza un concetto astratto, quasi un fastidio.
L.R.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *