Arpino (FR) – Ordinanza last minute, ondata di proteste

IMG-20200814-WA0009

Un’ordinanza firmata dal sindaco Rea oggi per oggi ed in vigore fino al 16 agosto sta suscitando vibrate proteste in un paese improvvisamente e senza alcun preavviso di fatto spaccato in due. Nessuno sapeva del provvedimento, nessuno aveva installato la segnaletica, qualcuno ha notato persone estranee al Comune spostare alcune transenne. Nessuno ha visto la polizia locale, né dipendenti dell’Utc al lavoro. Sull’atto, molto soggettivamente vengono richiamate poi ragioni di ordine pubblico (?), mentre a presidiare i divieti ci ha pensato personale della comunità montana (?).‘La solita improvvisazione – commentano alcuni cittadini – il solito dilettantismo in un paese in cui le regole sono saltate, dove non c’è rispetto per la gente che, senza comunicazioni diffuse per tempo, ha dovuto fare marcia indietro’. Un commerciante è andato su tutte le furie: ‘Chiudono il paese senza avvisare, questi hanno rotto i…’. C’è poi chi intende verificare eventuali profili di illegittimità in relazione alle canoniche 48 ore di preavviso. Insomma, diversi punti da chiarire su un’ordinanza firmata in fretta e furia.
Lu

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *