AIL promuove la campagna “#IOSONOARISCHIO dal 12 al 22 febbraio è attivo il numero solidale 45582

iosonoarischio ail

L’AIL – Associazione Italiana contro Leucemie, linfomi e mieloma promuove la campagna “#IOSONOARISCHIO. I pazienti con un tumore del sangue oggi hanno ancora più bisogno di te” tramite numero solidale 45582, dal 12 al 22 febbraio.

È possibile donare 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulare WINDTRE, TIM, Vodafone, iliad, PosteMobile, Coop Voce, Tiscali; oppure chiamare il 45582 per donare 5 o 10 euro da rete fissa TIM, Vodafone, WINDTRE, Fastweb e Tiscali e 5 euro per le chiamate da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile.

Ogni anno in Italia vengono diagnosticati oltre 33.000 nuovi casi di tumori del sangue. Obiettivo della campagna è sostenere, mai come in questo periodo di pandemia da Covid-19, i pazienti ematologici nella battaglia contro la malattia, attraverso il sostegno all’Assistenza domiciliare, alle Case alloggio AIL e alla Ricerca scientifica per rendere i tumori del sangue sempre più curabili, grazie a terapie ogni giorno più efficaci e mirate come le Car-t, una delle innovazioni terapeutiche più promettenti dell’immunoterapia, e il trapianto di cellule staminali.

Solo con il contributo di tutti AIL potrà garantire la continuità assistenziale e la presa in carico globale dei pazienti, adulti e bambini, rimanendo sempre al loro fianco.

Nel corso dell’emergenza sanitaria AIL non ha mai interrotto le sue attività a favore dei pazienti grazie all’instancabile opera delle sue 82 sezioni provinciali e degli oltre 20.000 volontari, patrimonio e linfa vitale dell’Associazione.

In questo periodo ancora così complesso per tutti, AIL ha continuato e continua a mettere in campo iniziative straordinarie per sostenere la ricerca scientifica e i servizi ai pazienti.

La pandemia ha ripercussioni pesanti sui pazienti con un tumore del sangue, particolarmente fragili e delicati in quanto il loro sistema immunitario

è assai compromesso dalla malattia e dalle terapie e, quindi, più a rischio di infezione rispetto al resto della popolazione.

La Lega Serie A TIM sostiene la campagna AIL “#iosonoarischio. I pazienti con un tumore del sangue oggi hanno ancora più bisogno di te”.

Durante la 23° giornata di campionato di calcio, in programma dal 19 al 21 febbraio, in tutti i campi della Serie A, prima del calcio di inizio, sarà esposto lo striscione con l’invito a sostenere AIL tramite il numero solidale 45582 e a scendere così in campo contro i tumori del sangue.

Oggi sostenere i pazienti più fragili attraverso le Cure domiciliari, l’accoglienza nelle Case alloggio e il sostegno alla Ricerca scientifica per la lotta ai tumori del sangue è per noi ancor a più sfidante e possiamo continuare a farlo solo con l’aiuto di tutti, donando al numero solidale 45582.

CURE DOMICILIARI

Le Cure Domiciliari sono uno dei pilastri dell’attività di AIL poiché incarnano la missione fondamentale dell’Associazione: migliorare la qualità di vita del paziente, adulto e bambino, e della sua famiglia. Le cure domiciliari consentono, ove possibile, le dimissioni dei pazienti ematologici che si sottopongono a chemioterapie intensive permettendo loro di trascorrere il periodo più critico rispetto al rischio infettivo a casa proseguendo le terapie. Il servizio di Cure Domiciliari AIL durante la pandemia da COVID-19 ha subito un potenziamento e continua a registrare un costante aumento delle richieste, dettato anche dalla difficile congiuntura sanitaria e socio-economica. AIL rappresenta una delle più grandi reti di assistenza domiciliare presenti in Italia con 36 sezioni che erogano il servizio per gli adulti e 21 che hanno attivato il servizio pediatrico, con 2.826 pazienti seguiti ogni anno, di cui 2.337 adulti e 489 bambini, e 43.249 accessi effettuati, di cui 34.512 destinati agli adulti e 8.737 destinati ai bambini.

ACCOGLIENZA AIL

Donare al numero 45582 contribuisce anche a sostenere il servizio di accoglienza gratuito di pazienti e familiari presso le Case alloggio AIL, vicine ai Centri di ematologia; case di accoglienza realizzate per ospitare i pazienti non residenti che devono affrontare lunghi periodi di cura. Servizio di eccellenza riconosciuto in tutta Italia con 37 provincie che offrono il servizio AIL con 73 case alloggio che ospitano 3.772 persone in un anno, di cui 1.647 adulti, 197 bambini e 1.928 familiari.

RICERCA SCIENTIFICA

AIL da 50 anni finanzia la Ricerca scientifica a supporto dei Centri di Ematologia italiani e insieme alle sezioni provinciali, per la realizzazione di laboratori, l’acquisto di apparecchiature e l’erogazione di borse di studio. AIL sostiene la Fondazione  GIMEMA – Gruppo Italiano Malattie Ematologiche dell’Adulto, gruppo di ricerca clinica che opera per identificare e divulgare i migliori standard diagnostici e terapeutici per le malattie ematologiche su tutto il territorio nazionale con oltre 140 centri clinici e una rete di 58 laboratori.

COMUNICATO STAMPA – foto web

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *