Agenzia Frosinone Formazione: a settembre parte il nuovo anno scolastico verso la ‘fase due’ di Ag.Form

pompeo micheli zoli

A settembre parte un nuovo anno formativo dell’Agenzia Frosinone Formazione: premiati lo sforzo della Provincia e la gestione, oculata e responsabile, di un ente in liquidazione che rappresenta, comunque, un organismo fondamentale per la formazione dei giovani che si avviano a entrare nel mondo del lavoro.La Regione Lazio, infatti, ha comunicato questa mattina alla Provincia l’autorizzazione all’avvio delle attività formative per l’anno scolastico 2019/2020.”Con il nuovo anno e la ripresa delle attività formative dell’Agenzia, – sottolinea il presidente della Provincia, Antonio Pompeo – per la quale ci apprestiamo a ‘varare’ un nuovo modello organizzativo, l’ente che presiedo centra i due obiettivi principali: salvaguardare i livelli occupazionali e mantenere un organismo in grado di raccordare le esigenze del tessuto imprenditoriale con quelle dei giovani che si avviano a entrare nel mondo del lavoro”.La Provincia, infatti, ha già presentato alla Regione Lazio il piano industriale per la fase due dell’Agenzia che, mantenendo salde le professionalità e i posti di lavoro, punterà al rispetto dei criteri di efficienza ed economicità per garantire la corretta gestione dell’obbligo formativo e migliorarne ancora di più, ove possibile, l’offerta dei corsi. Una stagione di rilancio, dunque, in cui si punterà, da un lato, a mantenere l’equilibrio finanziario anche attraverso il reperimento di risorse esterne; dall’altro a diffondere sul territorio la consapevolezza delle grandi capacità e professionalità presenti all’interno dell’Agenzia.“L’avvio dell’annualità 2019/2020 non può che leggersi come riconoscimento di un’efficace, corretta e lungimirante gestione della fase di liquidazione da parte della Provincia, chiusa con un notevole risparmio di risorse pubbliche per oltre dodici milioni di euro rispetto al debito accumulato negli anni, che aveva messo in seria crisi l’Agenzia e, con essa, il futuro occupazionale dei tanti dipendenti. Il lavoro svolto dai nostri uffici e funzionari, anche in una fase difficile e delicata come quella della liquidazione, ha il grande merito di aver saputo conciliare la qualità degli interventi formativi con la tutela del personale e il mantenimento di tutte le professionalità nel tempo inserite.Quello messo in campo dalla Provincia – sottolinea ancora il presidente Pompeo – è stato, è e sarà il massimo sforzo possibile per razionalizzare e ottimizzare le risorse a disposizione, oltre a un impegno costante teso a valorizzare e rilanciare le attività formative regionali sul territorio provinciale.Le linee guida cui l’Azienda si atterrà per il futuro saranno quelle di uno scambio continuo di informazioni con il mondo del lavoro e le realtà imprenditoriali del territorio. E questo finalizzato alla formazione di figure professionali altamente qualificate, richieste oggi dal mercato, ma anche all’aggiornamento del personale degli enti locali. In conclusione – chiosa Pompeo – voglio ringraziare il Collegio dei liquidatori, nella persona del dottor Giuseppe Poggiaroni, per la disponibilità e il lavoro svolto in questi anni; ringrazio anche l’ex consigliere provinciale delegato alla Formazione, Massimiliano Mignanelli e l’attuale consigliera provinciale Alessandra Sardellitti per l’impegno e la dedizione costanti. Mi preme, infine, sottolineare il proficuo e indiscusso lavoro svolto dagli uffici dell’Amministrazione provinciale e, in particolare, dal commissario straordinario per la costituzione della nuova Agenzia, l’avvocato Fabrizio Zoli, coordinati dal direttore generale, la dottoressa Michela Micheli“.Il presidente Pompeo fa sapere che già il prossimo 22 agosto si terrà un incontro con le organizzazioni sindacali proprio per continuare il percorso di condivisione sul nuovo modello dell’Agenzia.
COMUNICATO STAMPA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *